Gabriele Carcano al pianoforte

15 Dicembre 2017

MONFALCONE. Ospite della stagione musicale e della rassegna “‘900&oltre” dedicata alla musica del Novecento e contemporanea, venerdì 15 dicembre alle 20.45 arriva al Teatro Comunale di Monfalcone il pianista Gabriele Carcano, fra i migliori giovani talenti della scena internazionale, già vincitore del Premio Venezia, del Borletti Buitoni Trust Fellowship e del Supersonic Award della rivista “Pizzicato” per la sua incisione delle opere giovanili di Brahms. E di Brahms Carcano propone lo Scherzo op. 4 (l’opera più antica di Brahms che ci sia pervenuta, composta quando aveva soltanto diciotto anni), insieme a pagine di Beethoven, Schumann e del giovane compositore Matteo Manzitti.

Nella prima parte del concerto una delle composizioni per pianoforte più note di Beethoven, la Sonata n. 15 op. 28 “Pastorale”. Il genere della sonata per strumento a tastiera trova nell’eredità di Beethoven – trentadue Sonate per pianoforte scritte tra il 1795 e il 1822 – il suo massimo compimento in termini di novità di linguaggio, indagine formale e originalità tecnica, tale da condizionarne il successivo sviluppo. Se le generazioni di musicisti romantici recepirono il confronto come irrinunciabile banco di prova per dimostrare la propria padronanza compositiva, dal secondo dopoguerra il termine Sonata è divenuto sinonimo di ampiezza di concezione. In questa direzione muove la Sonata di Matteo Manzitti, compositore genovese classe 1983, che applica a questo genere una severa ricerca linguistica dove funzioni dinamiche, armoniche e strutturali sono al servizio di una drammaturgia musicale chiara e coinvolgente.

Attraversato da una drammatica irruenza è lo Scherzo op. 4 di Brahms, concepito in età giovanile nel 1851 e dedicato a Ernst Ferdinand Wenzel, apprezzato docente di pianoforte al Conservatorio di Lipsia e assiduo frequentatore, come l’autore, del salotto di casa Schumann a Düsseldorf. Ed è con Schumann che si chiude il concerto monfalconese di Gabriele Carcano. L’idea di una musica “combinatoria, poetica e umoristica”, che accosti gioco e serietà, sottende all’intera produzione artistica di Schumann, di cui Carcano esegue Humoreske op. 20. Ultimata nel 1839 durante un soggiorno viennese, quest’opera si presenta quale variopinto susseguirsi di tableaux d’ampio respiro legati da precise corrispondenze e simmetrie interne.

Alle 20, al Bar del Teatro, nell’ambito di “Dietro le quinte”, avrà luogo una breve presentazione del concerto a cura dell’artista.

Biglietti in vendita presso: Biglietteria del Teatro, Biblioteca Comunale di Monfalcone, ERT di Udine, prevendite Vivaticket e on line su www.vivaticket.it; la Biglietteria del Teatro accetta prenotazioni telefoniche (0481 494 664).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!