Il Filobus della fantasia per i bimbi di Palmanova e Carlino

4 Maggio 2017

PALMANOVA. Sabato 6 maggio piccoli e grandi lettori saliranno a bordo del Filobus n.75 partendo dalla biblioteca comunale di Carlino (alle 14.50), facendo tappa alla biblioteca di Palmanova (alle 15.15) con destinazione Venzone, per visitare la mostra d’illustrazione per l’infanzia “Le immagini della fantasia”. Il rientro è previsto alle 19.35 a Palmanova e alle 20 a Carlino. L’attività è curata dall’Associazione Culturale 0432 all’interno del progetto di promozione della lettura Crescere Leggendo e viene realizzata con il contributo regionale al Sistema Bibliotecario Bassa Friulana Centrale. L’attività è gratuita per bambini dai 6 agli 11 anni (che già frequentano la scuola primaria), accompagnati da un adulto, con posti limitati e obbligo di prenotazione. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi alle biblioteche di Carlino (0431/687831) e Palmanova (0432/929566 – biblioteca@comune.palmanova.ud.it).

“Il viaggio diventa un’occasione per stare assieme e sviluppare la fantasia. Un ringraziamento agli operatori per il grande lavoro di coinvolgimento e intrattenimento. Già negli anni scorsi abbiamo visto come questo progetto sia molto apprezzato sia dai bambini che dai genitori” commenta il vicesindaco e assessore alla cultura Adriana Danielis.

Il Filobus n.75 è un progetto di “avventure viaggianti”: una speciale corriera che, durante il tragitto, prevede anche attività di animazione e letture. Il viaggio, realizzato per mezzo di un pullman appositamente allestito da SAF Autoservizi FVG, accompagna bambini, bambine e le loro famiglie attraverso una rete di itinerari della fantasia per collegare tra loro, non solo idealmente ma anche realmente, le biblioteche della nostra regione. È stato Gianni Rodari a suggerire il titolo per questi viaggi speciali. “Il filobus numero 75″ è una delle “Favole al telefono” (1962) e narra di un filobus che una mattina, anziché percorrere il solito tragitto, decide di correre “tra i prati fuori Roma come una lepre in vacanza” per regalare a tutti i viaggiatori, assorti tra lavoro e impegni, un piacevole fuori programma, un “tempo regalato. Un momento in cui le lancette dell’orologio si fermano, per dimenticarci degli impegni seri e per ricordarci gli uni degli altri. Da qui l’idea di far incontrare le storie raccontate con un’avventura vera, di unire magicamente il viaggio reale con il viaggio fantastico”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!