Festival del Giornalismo: si sta pensando all’autunno

18 Aprile 2020

RONCHI DEI LEGIONARI. La sesta edizione del Festival del Giornalismo si terrà quest’anno in autunno. L’associazione culturale Leali delle Notizie a malincuore ha dovuto posticipare le sue iniziative. Non sarà dunque possibile svolgere gli appuntamenti itineranti del Pre-Festival dal 15 al 22 maggio nei comuni dell’Isontino, e nemmeno quelli del vero e proprio Festival del Giornalismo e del “Premio Leali delle Notizie-in memoria di Daphne Caruana Galizia” dal 2 al 6 giugno a Ronchi dei Legionari.

«In questi due mesi abbiamo continuato a lavorare al Festival – dice il presidente di Leali delle Notizie Luca Perrino – e abbiamo monitorato la situazione con l’Amministrazione Comunale di Ronchi e con la Regione. Abbiamo convenuto che spostare il Festival sia la cosa migliore per salvaguardare la salute del pubblico, degli ospiti e anche dell’associazione stessa.» Leali delle Notizie sta dunque valutando assieme ai suoi volontari e alle istituzioni a quando rimandare il Festival del Giornalismo e la terza edizione del “Premio Leali delle Notizie – in memoria di Daphne Caruana Galizia”. La situazione in questo momento è incerta e difficilmente sarà possibile organizzare un evento pubblico in estate. L’autunno sembra quindi la stagione migliore per non rinunciare al tradizionale Festival del Giornalismo, un appuntamento molto atteso dalla popolazione e che anima ormai i pomeriggi e le serate ronchesi da ben 5 anni. I volontari stanno continuando a organizzare i panel su argomenti di attualità, i masterclass, le mostre fotografiche e le presentazioni di libri che di anno in anno arricchiscono la manifestazione e che cercano di offrire al pubblico a ogni edizione un Festival di maggiore qualità.

Leali delle Notizie è inoltre in stretto contatto con gli organizzatori delle altre manifestazioni culturali della regione come èStoria, Dedica, Vicino/Lontano, Link e Pordenone Design Week, i quali sono stati costretti ad annullare gli eventi programmati nei mesi primaverili. «L’obiettivo – spiega il presidente Luca Perrino – è quello di trovare delle nuove date che non si sovrappongano però a quelle delle altre manifestazioni culturali in regione». Ora più che mai l’unione con le altre realtà culturali del territorio è necessaria per riprogrammare la propria manifestazione senza ostacolare gli altri. La solidarietà fra associazioni permette inoltre un sostegno reciproco che spinge Leali delle Notizie a non arrendersi e a sviluppare il proprio Festival sempre nel 2020, malgrado la difficile situazione provocata dall’emergenza coronavirus.
La salute delle persone rimane però la priorità dell’associazione. Leali delle Notizie cercherà quindi di trovare delle nuove date il prima possibile e sarà scrupolosa nel seguire le indicazioni indette dalle istituzioni e nell’applicare le giuste misure per garantire un Festival in piena sicurezza.

Condividi questo articolo!