Fascismo e corruzione in un libro alla Fondazione Friuli

12 Maggio 2019

UDINE. Presentazione del libro “Il fascismo dalle mani sporche. Dittatura, corruzione, affarismo” (Editori Laterza 2019) martedì 14 maggio alle 18 nella Sala Convegni della Fondazione Friuli, in Via Manin 15, a Udine. Previsti interventi di Paolo Ferrari e Umberto Sereni (entrambi dell’Università di Udine). Saranno presenti i curatori Paolo Giovannini e Marco Palla. Coordina Giovanni Bratina (Vice Presidente Ifsml).

Truffe, tangenti, arricchimenti inspiegabili, legami con la mafia: il fascismo tutto fu tranne che una ‘dittatura degli onesti’. Un regime, che pretendeva di forgiare un ‘uomo nuovo’ e di correggere i mali dello Stato liberale, vedeva in realtà estendersi il malaffare fino ai gangli centrali dello Stato. Un vero e proprio salto di qualità nel rapporto tra politica, corruzione e affarismo che spiega il successo e le rapide fortune personali di alcuni protagonisti di questi anni: dal caso del magnate dell’industria elettrica privata, Giuseppe Volpi, a quello del capo di Stato maggiore Ugo Cavallero. Ma ‘mani sporche’ sono anche quelle di alcuni degli esponenti più importanti del regime come Costanzo Ciano, Roberto Farinacci, Carlo Scorza o il giovane marchigiano ram-
pante Raffaello Riccardi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!