Esuli e foibe: due momenti di ricordo a Palmanova

9 Febbraio 2019

PALMANOVA. Un doppio appuntamento per commemorare, conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Il Giorno del Ricordo a Palmanova sarà vissuto dalla città in due distinti momenti, uno ufficiale e uno di ricordo e comprensione.

Domenica 10 febbraio, alle 12, la Cerimonia di commemorazione alla presenza di autorità civili, militari e religiose, al Momumento ai caduti nella Loggia di Piazza Grande a Palmanova.

Qualche giorno dopo, venerdì 15 febbraio alle 18.30, nel Salone d’Onore del Palazzo Municipale di Piazza Grande, “Giorno del Ricordo 2019 – Memorie dell’Esodo”. Un incontro con Bruna Zuccolin, Presidente del Comitato Provinciale di Udine dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia; Mauro Tonino, scrittore e Giorgio Gorlato, esule e figlio di un infoibato. L’approfondimento sarà arricchito con immagini di repertorio su “Esodo. La memoria tradita”, a cura dell’Anvgd.

Così l’assessore alla cultura e vicesindaco di Palmanova Adriana Danielis: “Accanto alla solennità del momento istituzionale, vogliamo approfondire la conoscenza di una pagina di storia che deve ancora trovare piena collocazione storiografica. Il nostro è un impegno costante, anno dopo anno, finalizzato a sviluppare una maggiore consapevolezza di pace e dialogo, conservando quelle esperienze. Il Comune di Palmanova intende fare la sua parte per non dimenticare le vittime delle intricate e complesse questioni del confine Orientale. È dovere della istituzioni evidenziare come le Foibe e l’Esodo siano una tragedia umana con ripercussioni ancor oggi visibili in coloro che vi sopravvissero e nei loro familiari”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!