Espressività illimitata, tema della collettiva all’ARTtime

27 Giugno 2020

Opere di Bojan Bensa

UDINE. Continua la ripartenza dell’attività espositiva della Galleria ARTtime di Udine, nel totale rispetto delle misure di sicurezza e senza l’organizzazione dei vernissages. Tre semplici regole/indicazioni: mascherina obbligatoria, massimo 5 persone presenti all’interno contemporaneamente (ovviamente mantenendo la distanza di almeno un metro l’uno dall’altro), soluzione idroalcolica per l’igienizzazione delle mani a disposizione dei visitatori.

La terza rassegna della “ripartenza” è intitolata “Espressività illimitata” e vi prendono parte gli artisti: Giacomo Barboni, Bojan Bensa, Jaru, Roberta Mello Teggia, Teresa Miosga e Giovanni Orsettigh.

Giacomo Barboni è sempre stato guidato dalle sue passioni: la musica e la pittura. La sua passione per la musica lo ha portato ad aprire uno studio di registrazione che ha dato la possibilità a molti gruppi di incidere i loro dischi; l’altrettanto profondissimo amore per la pittura lo ha spinto a cimentarsi prima con quella su carta e tela per poi passare a quella su pelle, Giacomo Barboni infatti è anche un rinomato tatuatore. A livello pittorico predilige la corrente realista e nutre una sorta di venerazione per l’olio; i suoi dipinti strizzano l’occhio al naturalismo vigoroso di Caravaggio e dei pittori a lui vicini. I soggetti sono ricchi di ironia e l’estrema sensibilità dell’artista si manifesta in rappresentazioni limpide di qualcosa di contemporaneo o pop che però si riaggancia all’antico, con sottile arguzia e genialità.

Opere di Giacomo Barboni

Bojan Bensa è nato nel 1956 a Lubiana e si è diplomato nel 1980 all’Accademia di Belle Arti della capitale slovena. Nel 1983 ha completato gli studi post-laurea e gli è stato concesso lo status di artista indipendente che ha mantenuto fino ad oggi. Espande le sue conoscenze e competenze continuando i suoi studi all’estero, a Parigi nel 1994 e a Berlino nel 2003. Ha ricevuto numerosi premi sia in Slovenia che all’estero, tra cui il prestigioso “Majski salon award” nel 2014. Sin dall’inizio della sua carriera Bojan Bensa ha esposto regolarmente in mostre collettive e personali, ad oggi le sue partecipazioni sono nell’ordine delle centinaia. È riconosciuto universalmente come uno dei migliori artisti sloveni contemporanei. Extra pittura, Bensa è maestro di karate, istruttore, preparatore atletico e allenatore.

In numerosi viaggi Jaru ha collezionato motivi, ha imparato tanto da artisti contemporanei come ha studiato anche i vecchi maestri del passato e trasportato luoghi impressionanti come anche situazioni e persone su tela. Così le cose che ha visto e vissuto rinascono nella splendente intensità dei colori e vengono conservate per sempre. Per l’artista e per la sua pittura vale la frase che cita da Joan Mitchell: “Se non sento ciò che dipingo, non lo dipingo”. Dipingere un quadro è un insieme di tanti passi differenti che apprezza tutti quanti. Naturalmente comincia tutto con la ricerca e la scelta del motivo, e quando finalmente sceglie la cornice giusta per questo stesso dipinto si completa il percorso. Tutti questi passi lo riempono di un’immensa gioia e hanno quasi tutti la stessa importanza per l’artista.

Opere di Giovanni Orsettigh

Roberta Mello Teggia è sempre stata attratta da tutto ciò che è arte, da quello che ritiene il miglior incontro tra la realtà e la fantasia, tra la storia ed i sogni. Cresciuta come flautista, la incuriosivano e attiravano molto anche coloro che sapevano mettere su carta le proprie emozioni e i propri sentimenti, o attraverso quadri e disegni o attraverso racconti e libri. Ha frequentato un corso di acquerello e, negli ultimi tempi, si è appassionata al disegno con fineliners. Nei suoi lavori intende proprio rappresentare questo punto di incontro tra realtà e fantasia, la casualità di come prendono forma le storie delle persone in mezzo a mille probabili manifestazioni diverse, mille possibili evoluzioni parallele. Solo di recente ha deciso di mostrare al pubblico i suoi lavori, iniziando a partecipare a concorsi e mostre.

Teresa Miosga è nata in Polonia nel 1964 e nel 1989 si è trasferita in Germania. Nel 2010 si è laureata alla Scuola d’Arte di Pittura e Grafica all’Istituto per la Formazione in Arti Visive e Arte Terapia (Ibkk) a Bochum. Da allora ha tenuto diverse mostre in patria. Nel 2019 ha partecipato al progetto Artbox a Miami e Zurigo. La serie “Renaissance” nasce dal fascino degli antichi maestri (Leonardo da Vinci, Michelangelo, Bronzino e altri), rielaborati in chiave pop contemporanea: ad esempio una Madonna vinciana si ritrova inserita in una cucina del XXI secolo, il David di Michelangelo è un giovane uomo muscoloso all’interno di un salotto. L’artista cerca infatti di colmare il divario tra i vecchi maestri e la vita moderna; ciò che era importante allora confrontato con ciò che conta oggi.

Opere di Roberta Mello Teggia

Giovanni Orsettigh è nato a Udine, vive e lavora a Orzano, frazione di Remanzacco. Piccolo artigiano del settore metalmeccanico con la grandissima passione fin da piccolo per tutto ciò che riguarda l’arte, soprattutto la pittura. Fin da ragazzo ha sperimentato varie tecniche di pittura, comprendendo le tempere, colori ad olio fino ad arrivare all’utilizzo dell’acrilico, tuttora scelto per raffigurare i volti di artisti famosi e non solo. Le sue doti artistiche non si fermano qui, infatti comprendono anche la realizzazione di murales e molte altre cose. Giovanni Orsettigh ha preso parte a varie mostre nel corso degli anni riscuotendo un grande successo. Iconiche le tele dallo stile pop ultra contemporaneo che raffigurano stars di Hollywood e scene tratte da film e serie tv, lo specchio di un enorme piacere di dipingere.

La mostra sarà visitabile fino al 9 luglio nella Galleria ARTtime di Vicolo Pulesi 6 a, Udine con il seguente orario: lunedì dalle 15:30 alle 19 e dal martedì al sabato dalle 9 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19. Ricordando le regole sopra menzionate: mascherina obbligatoria, massimo 5 visitatori presenti contemporaneamente all’interno, soluzione idroalcolica per l’igienizzazione delle mani a disposizione dei visitatori. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!