Edoardo De Angelis a Udine con il nuovo cd. Due concerti

23 Novembre 2018

UDINE. Il cantautore Edoardo De Angelis ritorna in Friuli per la presentazione di un nuovo album di inediti e per due particolari concerti, a Udine e a San Giorgio di Nogaro. Sabato 24 novembre alle 12, nell’Angolo della Musica di via Aquileia 89 a Udine si svolgerà la presentazione della sua nuova fatica.

Edoardo De Angelis (Foto Casula)

Il cantautore romano – da tempo legato alla terra friulana per le sue varie esperienze con Canzoni di Confine, Folkest e Mittelfest – torna a Udine per presentare l’album di inediti “nuoveCanzoni”, dopo il fresco successo di Sanremo sul palco dell’Ariston per il Premio Tenco. L’album è pubblicato dall’etichetta “Il Cantautore Necessario”, anch’essa una novità, distribuita da G. T. Music Distribution. La canzone di apertura, Il Mago e le Stelle, gode della straordinaria performance della Filarmonica di Dnepropetrovsk diretta da Valter Sivilotti, che è anche coautore della musica di Sponde, unica canzone non inedita della raccolta, in quanto già presentata da Tosca a Cividale per l’edizione 2015 di Mittelfest. L’Angolo della Musica ospiterà l’evento con un aperitivo, alle 12 di sabato 24 novembre. Il cantautore sarà presentato dal giornalista e scrittore Nicola Cossar, da tempo legato a De Angelis da profonda amicizia.

Sempre sabato, alle 20.30, nel Teatro S. Giorgio di via Quintino Sella a Udine, il concerto “Storie da raccontare”. L’evento, organizzato dalla Associazione Culturale CulturArti di Udine, in collaborazione con il Comune di Udine e il Css Teatro Stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, è inserito nel programma della prima edizione del Festival Alpe-Adria dell’Archeologia Pubblica “senzaConfini”, che ha ottenuto il patrocinio dalla Regione. Il Festival è stato ufficialmente inserito dal MiBac tra gli eventi dell’Anno Europeo per il Patrimonio Culturale 2018.

Alleggiu, una delle canzoni contenute nel nuovo album di Edoardo De Angelis, recita: “È qui che si scommette sul futuro / è qui che si ragiona sul passato
è qui che si raccontano le storie / che con il tempo abbiamo conservato”. Se c’è un avverbio che può tradurre in maniera perfetta i tempi dell’archeologia, è proprio questo: lentamente (in siciliano alleggiu, in friulano planc, in tedesco langsam, in sloveno počasi). Quali sono gli elementi che possono avvicinare il lavoro del cantautore a quello dell’archeologo? Quest’ultimo scava, entra con i suoi strumenti nella terra, per cercare cose, oggetti, memorie che il passato ha sepolto. Chi scrive canzoni sulla vita e sui sentimenti delle persone, sulla loro storia, sulla loro posizione nel mondo, in fondo esercita un mestiere non troppo differente: scava nelle pagine del tempo, negli umori che distinguono un’anima da un’altra anima. Il cantautore, se ascoltato, è come il richiamo di una voce interiore che può aiutare a percepire sottili tracce, pensieri a volte apparentemente perduti, a volte solo accantonati. La canzone d’autore è un setaccio attraverso il quale la sabbia, la terra delle cose e del tempo passano, lasciando piccoli tesori di comprensione e umanità.

Opportunamente pensato per il Festival, questo concerto è una collana di canzoni che scavano nei cuori, nei sentimenti, nei rapporti, nelle vicende umane, e perfino, indiscretamente, nelle pagine della Storia con la S maiuscola, per recuperare al pensiero di oggi immagini, dettagli, possibili momenti di vita. Il concerto sarà preceduto da una breve introduzione di Nicola Cossar.

Domenica 25 novembre alle 20.30, De Angelis è a San Giorgio di Nogaro (Villa Dora, sala della Barchessa) per il concerto “Anna ha visto la luna”, inserito nel programma “Nemmeno con un fiore” del Comune di San Giorgio per la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne. In questo ambito, Edoardo De Angelis presenta un concerto che raccoglie storie d’amore e di vita dedicate a tutte le donne alle quali non siamo mai sufficientemente riconoscenti. Un’ora e mezza di vita, musiche, parole, storie e canzoni, in cui l’artista romano narra la sua appassionata e lunga esperienza di cantautore, ma anche di produttore, operatore culturale, scrittore, in un emozionante diario di viaggio pieno di amici e avventure, un recital che raccoglie molti dei suoi brani più noti e amati, raccontati con voce e chitarra. Tra questi, alcuni tratti dall’album “Non ammazzate Anna”, lavoro particolarmente ispirato, sentito e apertamente dedicato all’universo femminile, atto di impegno personale e civile per sensibilizzare e tenere sempre accesa l’attenzione sul disagio sociale e sul dramma della violenza sulle donne. Il concerto sarà anticipato dal saluto istituzionale dell’Assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità, Rachele Di Luca.

edoardo@edoardodeangelis.it www.edoardodeangelis.it www.facebook.com/edoardo.deangelis.125

Condividi questo articolo!