E’ il momento per Cordovado di tornare al Medioevo

29 Agosto 2018

CORDOVADO. Anche il pubblico diventa protagonista alla rievocazione storica Cordovado Medievale: tra le innovazioni del nuovo format della tradizionale manifestazione, che per la sua 33ma edizione concentrerà in un unico, intenso, fine settimana atmosfere, profumi, sapori e colori dell’età di mezzo dal 31 agosto al 2 settembre, c’è infatti la possibilità da parte dei visitatori di arrivare nel borgo con il proprio costume dell’età di mezzo. Non solo: essere in pieno spirito medievale regalerà la prima consumazione in omaggio a chi si presenterà in vestito dell’epoca la sera di sabato 1° settembre, momento dedicato principalmente ai giovani con la Notte dei Bifolchi.

Sempre nella stessa serata, una delle novità di questa edizione, nel Parco di Palazzo Cecchini i visitatori potranno presentarsi in gruppo fornendo il nome della loro “casata”: in base al numero di componenti e alle consumazioni, sarà alla fine decretata la casata vincitrice alla quale sarà assegnato uno speciale Sacco del Bifolco ricco di nettare del Bifolco e Porco conzo, le due specialità da assaggiare nella notte cordovadese. Confermatissimi comunque gli eventi clou della sfilata e del palio cittadino del 2 settembre, come l’area spettacoli ancora di più integrata nel contesto del paese in piazza Santa Caterina. Organizza come di consueto la Pro Loco Cordovado in collaborazione con il Comune e diverse associazioni locali.

“Abbiamo optato – racconta il presidente della Pro Cordovado Mauro Colavitti – per una forma più concentrata che possa però, speriamo, venire ancora di più incontro alle esigenze del pubblico rispetto al programma degli scorsi anni che si allungava in una settimana: arriviamo da una edizione, quella del 2018, molto partecipata e vorremmo regalare ancora alle persone delle ore liete nella nostra splendida realtà grazie al lavoro dei nostri appassionati volontari”. “Le porte di Cordovado – ha aggiunto il sindaco Francesco Toneguzzo – saranno ancora una volta aperte ai visitatori: la nostra comunità, dalla storia millenaria, mostrerà tutte le sue eccellenze per delle giornate da passare piacevolmente insieme, grazie all’impegno e passione di oltre 300 figuranti”. “Pensiamo – ha concluso la direttrice artistica Elena Pasqual – che la nuova formula favorirà la libera partecipazione, con il pubblico che potrà serenamente passare da un evento all’altro e godersi i vari spettacoli offerti o gustare i piatti dell’età di mezzo grazie anche alla nuova formula della cena medievale. Offriremo ancora una volta una curata scelta di artisti di strada dalla grande bravura, uniti a tanti altri eventi per tutte le età e i gusti”.

RIONI E PALIO
Clou della manifestazione, come detto, domenica 2 settembre nel pomeriggio dalle 17 all’arena estiva di parco Cecchini con il palio cittadino. Si sfideranno Villa Belvedere (campione in carica), Suzzolins, Saccudello e Borgo nelle prove di caccia al simbolo, furto delle botti, giostra delle bandiere e tiro con l’arco. L’evento sarà preceduto dalla sfilata storica aperta dal Gastaldo.

IL PORCO CONZO
La serata inaugurale del 31 agosto s’intitolerà Venerdì del Porco Conzo e grazie alla passione del Rione Borgo, a Palazzo Cecchini vedrà un ricco menù a base di salumi, vino, spettacoli, tamburi e sbandieratori.

CENA MEDIEVALE NELLA NOTTE DEI BIFOLCHI
Sabato 1 settembre dalle 18 il Parco di Palazzo Cecchini vedrà svolgersi la magica Notte dei Bifolchi, momento di festa fino a notte tarda con musici, taverne e osterie aperte, fiumi di sidro, spettacoli di fuoco, mercato medievale. Ai viandanti sarà offerto spiedo di carne, zuppa del bifolco, polenta nel calderone e cacio, anche senza bisogno di prenotazione: un nuovo modo di vivere la tradizionale cena medievale che permetterà a tutti, anche agli ultimi arrivati durante la serata, di partecipare. Come detto prima consumazione omaggio per chi si presenta in costume medievale e competizione tra i gruppi più numerosi. Alle 22 spettacolo di fuoco Sparkle con ToiAhi Danza Del Fuoco: una grandiosa esibizione tra fiamme e arte. In sala mostre inoltre alle 18 incontro artistico culturale dedicato ai giovani cordovadesi all’estero.

FESTA DEL CICOLINO
Il Rione Suzzolins, sempre sabato 1 settembre proporrà la festa rionale nella sua area festeggiamenti con cena a base di ricette antiche, mercato storico, spettacoli, tamburi e sbandieratori.

DOMENICA DEL PALIO
Gran finale come detto domenica 2 settembre. Dalle 10 mercato medievale con artigiani, armigeri, esposizioni di rapaci e tiro con l’arco e la novità della balestra in via Battaglione Gemona. Per tutta la giornata mostra diffusa dal titolo Dame e Guerrieri di Roberto Da Cevraja. In piazza Santa Caterina giochi antichi per i bambini mentre a mezzogiorno nelle osterie dell’area festeggiamenti di palazzo Cecchini zuppa, spiedo di carne, gnocchi casarecci. Alle 15 e alle 17.30 in piazza Santa Caterina spettacolo Rakesh Lord of the full moon: grande dimostrazione di forza interiore ed equilibrismo. In mezzo, il corteo storico dalle 16 in via Battaglione Gemona e dalle 17 il palio rionale a parco Cecchini. Dalle 18 di nuovo piazza Santa Caterina ricca di spettacoli: prima le performance di Roue Cyr, poi l’esibizione del gruppo Tamburi & Sbandieratori dell’associazione Dama Castellana e ancora alle 19 i Giullari Ciarlatani, spettacolo di giocoleria, equilibrismo, fachirismo e fuoco con tante risate grazie ai giullari Cecco e Fabiullo. Alle 21 conclusione con le fiamme dello spettacolo di fuoco Sparkle con ToiAhi Danza Del Fuoco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!