Due secoli di musica in un concerto al Palamostre

4 Febbraio 2020

Pavel Berman

UDINE. Due secoli di musica racchiusi in una selezione di brani dai contorni esemplari: giovedì prossimo 6 febbraio, al Teatro Palamostre alle 20:22, la novantottesima Stagione degli Amici della Musica di Udine propone un excursus che parte dai grandi classici per arrivare al Novecento, grazie alla presenza del violinista Pavel Berman, accompagnato al pianoforte da Andrea Bacchetti.

Il programma si apre con due sonate: la KV 304 di Mozart e l’Op. 30 n. 3 di Beethoven. Nella seconda parte, due pagine di Bloch, poi Saint Saens con Introduction e Rondò capriccioso e gran finale con Carmen fantasy di Sarasate. Entrambi gli interpreti si esibiscono sia come solisti, sia in prestigiose formazioni cameristiche e orchestrali. In particolare, Berman – che abbraccia uno Stradivari del 1702 – ricopre spesso il ruolo di direttore, applaudito dall’Europa all’America, oltre che in Asia, in teatri del rango della Carnegie Hall e della Scala. Bacchetti, che a 11 anni ha debuttato con i Solisti Veneti, è regolarmente ospite di accademie ed enti lirici di primaria importanza. Incide in esclusiva per Sony Classical e molti autori contemporanei hanno scritto per lui.

Andrea Bacchetti

Il concerto sarà aperto da Christian Soranzio al saxofono, selezionato per Podium Musica in rappresentanza dell’Isi Malignani, che eseguirà la Fantasie sur un théme original di Demersseman accompagnato al pianoforte da Daniele Bonini.

La stagione “Grande Musica, Grandi Interpreti” è realizzata con il contributo del Ministero per i beni e le attività culturali e di Regione, Fondazione Friuli, Comune, Bcc Udine e Cciaa di Pordenone e Udine, in sinergia con Università di Udine, Ert, Fondazione Renati, Società Filologica Friulana, Unesco e Tx2.

Biglietti acquistabili tutti i giorni (escluso il lunedì) dalle 17.30 alle 19.30, al box office del Palamostre o direttamente prima di ogni concerto.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!