Due domus ad Aquileia

1 Novembre 2016

UDINE. Nell’ambito dell’edizione autunnale del ciclo di incontri “Seguendo le tracce degli antichi…”, incontri dedicati alle testimonianze archeologiche che ci giungono dal passato, Giovedì 3 novembre, alle 17.30 nella Torre di Porta Villalta (Via Micesio 2 sede della Società friulana di archeologia), Simone Dilaria (Università degli studi di Padova), tratterà “La costruzione dei pavimenti e le attività di cantiere in due domus ad Aquileia. Tra il dato archeologico e le prassi costruttive tramandate dalle fonti latine”.

Il lavoro che viene presentato ha riguardato la caratterizzazione delle tecniche costruttive di circa 70 pavimenti (prevalentemente mosaici) in due domus ad Aquileia, la Domus delle Bestie ferite e la Domus di Tito Macro presso i fondi ex-Cossar, attualmente in corso di scavo da parte dell’Università di Padova. Lo studio si è avvalso di una consistente campionatura delle malte di allettamento che sono state, poi, analizzate per via archeometrica.

Le tipologie preparatorie documentate sono state innanzitutto confrontate con le descrizioni tramandateci dalle fonti latine, in primis Vitruvio, sulle modalità di costruzione dei pavimenti, al fine di osservarne somiglianze ed elementi di differenza. Le analisi sulle malte e sui diversi livelli di sottofondazione delle pavimentazioni si sono rivelate un utile supporto nel riconoscimento delle fasi edilizie delle due case ed hanno quindi permesso di mettere in luce le conoscenze e le competenze tecnico-costruttive delle maestranze coinvolte.

Condividi questo articolo!