Due concerti di musica barocca: online e a Pirano

2 Settembre 2020

Elisa La Marca

SACILE. Un doppio appuntamento attende gli appassionati della musica barocca per questo inizio di settembre, insieme all’Associazione Barocco Europeo, due eventi da seguire online e dal vivo, seguendo la programmazione di due importanti rassegne internazionali: il Festival MusicAntica promosso dall’Associazione con lo speciale focus “Di là da l’Aghe”, lungo il limes occidentale della Patria del Friuli, e il Festival Tartini di Pirano, che celebra quest’anno il 250° anniversario dalla morte del compositore (1692-1770), grazie alla sinergia culturale che unisce queste due realtà musicali.

Si comincia giovedì 3 settembre alle 18.30 con la videopremière online, sui canali social di Barocco Europeo, del concerto “Chi la fa, l’aspetti!”, proposto lo scorso agosto nell’incantevole cornice della chiesetta campestre di San Pietro di Versiola in Comune di Sesto al Reghena. Eseguita anche come “overlooking concert” in presenza di pubblico, la performance è stata registrata su posto e quindi montata in un prodotto video completato dall’introduzione storico-artistica curata dalla ricercatrice e archivista Giovanna Frattolin, per approfondirne gli aspetti legati alle vicende del territorio tra Medioevo e Rinascimento, con particolare attenzione all’epoca del passaggio tra il dominio del Patriarcato di Aquileia e quello della Serenissima, agli inizi del Quattrocento.

Mauro Valli

Da non perdere il programma di autori italiani del Sei-Settecento scelto dai due esecutori, tra i nomi più acclamati in questo repertorio: alla tiorba e arciliuto Elisa La Marca, allieva del grande liutista Rolf Lislevand, affermata sui palcoscenici internazionali come solista e in formazioni da camera, co-fondatrice del Quartetto di Liuti da Milano, e al violoncello Mauro Valli, tra i fondatori dell’Accademia Bizantina, attualmente primo violoncello e solista de I Barocchisti di Lugano e del Complesso Barocco diretto da Alan Curtis. Una particolarità del concerto è l’utilizzo del “violoncello piccolo”, strumento a cinque corde tipico dell’epoca, che, proprio grazie all’aggiunta di un’ulteriore corda nel registro acuto, veniva insolitamente avvicinato al repertorio violinistico.

Secondo appuntamento, questa volta dal vivo, sabato 5 settembre alle 21 nel Chiostro del Convento di San Francesco a Pirano per il Tartini Festival, dove è in agenda il concerto “Tartini e l’arte del violino – Suoni e suggestioni italiane della prima metà del secolo XVIII”, programma-omaggio a Giuseppe Tartini, nato nella cittadina istriana sotto lo stemma del leone di San Marco e morto a Padova esattamente 250 anni fa, compositore, esecutore e didatta il cui nome è indissolubilmente legato al virtuosismo del suo strumento, il violino.

Tommaso Luison

Protagonista della serata il Cenacolo Musicale, formazione cameristica di Barocco Europeo, nel quale ritroveremo la liutista Elisa la Marca insieme a Carlo Zanardi al violoncello, didatta e musicista dalla brillante carriera cameristica, con Donatella Busetto, direttrice artistica di Barocco Europeo, specialista del repertorio antico come cembalista e continuista in vari ensemble cameristici. Ospite speciale per questo evento sarà il violinista Tommaso Luison, musicista che da più di quindici anni si dedica all’approfondimento della prassi esecutiva barocca, con particolare riferimento proprio alla Scuola di Tartini e al violinismo italiano del ’700. Veneto di nascita e di formazione (con studi a Vicenza e perfezionamento solistico e cameristico, tra gli altri, con Domenico Nordio, il Trio di Trieste, Kostantin Bogino e il Trio Altenberg), Luison è attualmente docente di Conservatorio e componente stabile dell’Orchestra della Fondazione Teatro Comunale di Bologna, oltre che musicologo e studioso anche del repertorio popolare, Concertmaster in numerose formazioni orchestrali, solista e camerista. Tra i brani in programma, sonate di Tartini, Vivaldi e Francesco Maria Veracini, splendidi esempi del primo Settecento italiano.

Biglietti in vendita online con link diretto dal sito web di Barocco Europeo o da quello del festival: www.tartinifestival.org

Condividi questo articolo!