Due concerti a Folkest per i Capitano tutte a noi

27 Giugno 2018

PINZANO / SPILIMBERGO. Musica e diritti con una riflessione aperta sui temi del sociale: torna anche quest’anno la collaborazione tra Cooperativa sociale Itaca e Folkest, da 17 anni impegnati fianco a fianco in un’ottica di sensibilizzazione rivolta all’accoglienza delle persone e al rispetto di tutte le individualità. Come annunciato, due le tappe previste per i Capitano Tutte a Noi, gruppo musicale nato nel 2013 a Pordenone e attualmente formato da nove componenti: giovedì 28 giugno nel Giardino delle scuole a Pinzano al Tagliamento e sabato 7 luglio alle 20.30 in piazza Garibaldi per Folkest a Spilimbergo.

Capitano tutte a noi

Salvaguardia del diritto di cittadinanza è sinonimo anche di potenziamento dell’autonomia della persona e valorizzazione di tutte le abilità. Per dare maggiore forza al proprio impegno, Itaca anche quest’anno – e per il quinto anno consecutivo – sarà presente a Folkest con il progetto Capitano tutte a noi, la cui caratteristica è essere aperto costantemente all’ingresso di altri componenti, anche solo per condividere un’esperienza musicale di ascolto dell’altro, in cui il gruppo, oltre che musicale, diventa una famiglia, un gruppo di amici. Un luogo e laboratorio di confronto dove gli elementi principali sono la forza dell’essere gruppo e la condivisione di una passione comune, la musica, che diventa sorella, amica ed è di casa.

La formazione è composta da: Valentina Ius (voce), cresciuta tra wave, dark e Duran Duran, è la front woman intensa e graffiante; Felice Bellucci (voce), un timbro cavernoso che richiama inevitabilmente i tormenti di Nick Cave o Johnny Cash, è il contraltare di Valentina; Beniamino De Piccoli (chitarra), chitarrista versatile e fantasioso, tra morbido finger picking e funambolici virtuosismi; Valerio Todesco (chitarra), giovane rocker alla sei corde; Paolo Galofaro (basso), esploratore di musiche mai scontate, tra cantautorato e indie rock; Roman Taran (batteria), la colonna ritmica della band; Tiziano Grendene (chitarra, voce), amante del rock classico e del cantautorato elettrico italiano; Paolo Paron (tastiere, fisarmonica), partito dal blues, ama mescolare modernità e sonorità vintage.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!