Drone, primo cd degli Artura

6 Giugno 2018

UDINE. Esce l’8 marzo l’album di debutto degli Artura, vale a dire Matteo Dainese aka Il Cane, Tommaso Casasola e Cristiano Deison. Un nuovo progetto che riunisce alcuni artisti della scena friulana attivi da anni, Matteo Dainese aka Il Cane, qui esclusivamente nelle vesti di batterista e produttore, in compagnia di Cristiano Deison, sperimentatore elettronico e di Tommaso Casasola al basso. Tre le suggestioni: Artura, la mitica gatta de La Cuccia Studio; Drone, il titolo ma anche lo strumento utilizzato per registrare i video che accompagneranno diversi brani del disco, ed infine lo Space Echo, l’effetto, attraverso il quale sono stati processati tutti gli strumenti del primo album.

“Drone” è un disco di confine, che si distingue dai molteplici lavori che fondono suoni analogici e digitali ripensando e riprogrammando il digitale con un tocco umano, dando vita ad un viaggio elettronico, caratterizzato da una forte fisicità data dall’utilizzo di strumenti reali e drum machine suonate dal vivo. L’elettronica suonata e i pattern di batteria creano un rigoroso percorso istintivo emotivo, arricchito dal basso funky di Tommaso Casasola e contaminato dai rumori di Deison. Artura da vita ad un groove dal sapore anni ’70, che non guarda al passato e non si racchiude dentro facili definizioni di genere.

Artura

“Drone” è anche la ricerca di un nuovo punto di vista visivo, la libertà di poter guardare il mondo dall’alto, un tempo elitaria, un’esclusiva per pochi, gli spazi distesi e infiniti in cui domina la natura e l’essere umano appare estraneo, come si assapora nei video girati in diverse parti del mondo, dall’Islanda all’Ungheria, grazie all utilizzo compulsivo di un drone. “Estranei” è il primo video di una serie, girato in gran parte in Islanda da Mara Masarotti e Alex Ewah Pflaum e in Italia da Enrico Qualizza.

www.newmodellabel.com www.matteite.com

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!