Dret&Ledròs Speciàl: così Onde Furlane ricorda il sisma

5 Maggio 2016

Quarant’anni dopo il 6 maggio 1976 si rinnova l’opportunità di ricordare, di non dimenticare, di fare “memoria viva” del terremoto e della ricostruzione e quindi di riflettere con consapevolezza e con coscienza su quei giorni che hanno segnato nel profondo il Friuli intero. Radio Onde Furlane, che dal 1980 è la «radio libare dai furlans», coerentemente con la sua storia e con la sua mission, dedica al quarantennale delle prime scosse del terremoto che colpì il Friuli nel 1976 una serie di appuntamenti di approfondimento. La programmazione speciale dedicata all’anniversario del sisma, inaugurata lo scorso 29 aprile con una prima puntata speciale di Dret&Ledrôs, a cura di Paolo Cantarutti, con la partecipazione di Angelo Floramo, di Igor Londero – autore del saggio dedicato al movimento delle tendopoli Pa sopravivence, no pa l’anarchie – e di Giorgio Cavallo, già consigliere regionale e autore del saggio Ripensare la Nazione, avrà il suo clou questo fine settimana.

Venerdì 6 maggio, nell’ambito dello spazio quotidiano Ator Ator, in diretta dalle 9.30 alle 11, Mauro Missana e Paolo Cantarutti parleranno della mostra Memorie, allestita a Villa Manin di Passariano, con il suo curatore, Antonio Giusa, e presenteranno altre iniziative dedicate all’anniversario, mentre a partire dalle 19 è prevista una edizione specifica di UP!, dedicata al quarantennale del sisma, con letture, interviste, materiali sonori e selezioni musicali a tema, a cura di Alberto Collino e Nicky D’Andrea.

Sabato 7 maggio ci sarà un’altra puntata speciale di Dret&Ledrôs, condotta da Mauro Missana con la collaborazione redazionale di Enrico Turloni e con la partecipazione in studio di Mauro Tosoni, che visse in prima persona quei fatti e il periodo immediatamente successivo come direttore del periodico In uaite. Durante la mattinata (dalle 9.30 alle 11) sono previsti gli interventi del sindaco di Gemona, Paolo Urbani, del sindaco di Venzone, Fabio Di Bernardo, che porterà il suo personale contributo di memoria di quella sera di quarant’anni fa, di Franceschino Barazzutti, già sindaco di Cavazzo Carnico e presidente emerito dell’Associazione dei Comuni terremotati e dei sindaci della ricostruzione, del sindaco di Colloredo di Montalbano, Luca Ovan, e del giornalista Guido Mattioni, all’epoca corrispondente dal Friuli de Il Giornale diretto da Indro Montanelli.

Domenica 8 maggio, con inizio alle 8 del mattino, ci sarà la possibilità di riascoltare l’appuntamento speciale Dret&Ledrôs, trasmesso in diretta il giorno prima, nonché, dalle 12 alle 13, la replica della puntata di Gerovinyl ’55/’80, a cura di Angelo Tomasin, dedicata al 6 maggio 1976, già diffusa in diretta lunedì 2 e in replica martedì 3.

Si può ascoltare Radio Onde Furlane in modulazione di frequenza (in gran parte del Friuli sui 90 Mhz e in Carnia sui 90.200 Mhz e sui 106.50 Mhz) e su internet all’indirizzo www.ondefurlane.eu. I possessori di smartphone, tablet, Iphone e Ipad possono seguire Onde Furlane anche attraverso un’apposita app, disponibile in rete.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!