Doublin’ a Trieste, luci d’artista per ricordare Joyce

14 Giugno 2019

TRIESTE. Doublin’ è un progetto di Arte pubblica, che unisce cultura, turismo, memoria e contemporaneità, ideato dall’Associazione culturale Cizerouno insieme al collettivo di arte sociale Dmav per celebrare il famoso scrittore irlandese James Joyce e il suo profondo legame con Trieste, dove visse tra il 1904 e il 1920, attraverso ‘installazione di luci d’artista, che daranno forma e colore a parole e luoghi del celebre romanzo Ulisse in alcune vie del centro giuliano, che verranno così “trasfigurate” e connesse idealmente agli spazi urbani della Dublino joyciana fino alla Barcolana.

Sarà parte integrante del programma di “Bloomsday 2019. Una festa per Joyce” (13 al 16 giugno – Trieste) organizzato dal Museo Joyce / Joyce Museum del Comune di Trieste. L’inaugurazione è prevista per sabato 15 giugno dalle 21. L’ “accensione” di Doublin’ si terrà alla fine di via della Pescheria (lato via dei Fornelli) attraverso una sovrapposizione di luci, sonorizzazioni leggere e diffuse, attori in movimento che leggeranno brani estratti dall’Ulisse e un concerto finale.

I quattro neon d’artista – appositamente realizzati – a partire da via della Pescheria daranno vita e corpo a una toponomastica onirica che si sovrapporrà,confondendosi, agli spazi urbani odierni del quartiere di Cavana, andando a generare un dialogo visivo tra luoghi fisici e quelli letterari. Da qui nasce il nome del progetto: un gioco di parole che dal nome della località di Dublindiventa Doublin’, cioè raddoppiare. I neon consentiranno infatti di “duplicare” la città vecchia, tracciando paralleli tra la sua vitalità concreta e quella “artistica”, fissando ricordi e facendo emergere memorie, intrecciando presente, passato e futuro.

Doublin’ è reso possibile grazie al contributo di Trieste Trasporti Spa e la collaborazione del Dipartimento Territorio, Economia e Ambiente Servizio Strade e Verde Pubblico – Gestione Contratti di Servizio del Comune di Trieste. Sponsor tecnici: Gruppo Hera e Neon Arco. Si ringrazia per la collaborazione: Victoria Hotel letterario, Associazione Guide Turistiche del Fvg, Associazione S@nGiorgio2020.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!