Dopo le erbe si va a conoscere i fiori commestibili

6 Giugno 2021

Foto Suzanne D. Williams

SAN PIETRO AL NATISONE. Continua il percorso di Flor De Vida alla scoperta delle piante mangerecce a spasso tra antiche vigne, colli e prati. Dopo l’appuntamento di Faedis, Cristina Barbiani e Gabriele Pingitore il 12 giugno dalle 9.30 (prenotazioni entro giovedì 10 giugno) all’Apicoltura Cedarmas (frazione Mezzana 8, San Pietro al Natisone) insegneranno quali sono i fiori commestibili e come utilizzarli in cucina. Un percorso sensoriale che farà conoscere ai partecipanti anche il mondo delle api, insetti indispensabili e che più che mai, oggi, dobbiamo proteggere. Forse non tutti sanno, infatti, che i fiori non sono solamente belli e profumati, ma possono essere anche gustosi e prelibati. Meno famosi dello sclopit o degli urticions, numerosi sono i fiori e le infiorescenze che la natura ci offre per poterne godere con naso, occhi e anche con la bocca. Con le giuste conoscenze alcuni fiori come rose, viole, iperico, verbena, sambuco e borragine possono diventare ingredienti principali di piatti prelibati o di tisane e infusi dai mille usi.

Flor de Vida asdc propone un’uscita nelle verdi Valli del Natisone (https://bit.ly/FdVFiori) per imparare a conoscere le piante mangerecce e i fiori che possono essere utilizzati nella nostra alimentazione come ingredienti per piatti o come integratore. Marco Cedarmas, apicoltore friulano, vi ospiterà nella sua azienda situata nel comune di San Pietro al Natisone. Immersi nel rilassante verde delle Valli, passerete alcune ore tra castagni, tigli, prati e pascoli, imparando a riconoscere piante e fiori spontanei che possono essere utilizzati nella cucina. Ritrovo alle 9.30 all’apicoltura Cedarmas, Frazione Mezzana 8, San Pietro al Natisone. L’escursione avrà termine attorno alle 12.30. Tornati in azienda degustazione di alcuni stuzzichini a base delle piante e miele dell’apicoltura Cedarmas.

L’evento si terrà esclusivamente con meteo favorevole, e con il totale rispetto della normativa prevista dall’emergenza sanitaria in atto. Tutti i partecipanti al loro arrivo dovranno consegnare l’autocertificazione Covid. Il numero minimo previsto è di 8 partecipanti e massimo 15. In caso di maltempo l’uscita verrà rimandata a domenica 13 giugno. L’evento si terrà completamente all’aperto ed è accessibile a persone di tutte le età. L’escursione non prevede né dislivelli, nè percorsi accidentati ma si consigliano vestiti comodi, con pantaloni lunghi e scarpe da trekking. Portate dell’acqua da bere e un quaderno per prendere appunti.

Per maggiori informazioni https://bit.ly/FdVFiori . chiamare 333.7992738 o 320.4180864 (dopo le 18 o con sms su WhatsApp) o scrivere a associazione.flor.de.vida@gmail.com

Condividi questo articolo!