Documentari su tre poeti testimoni del nostro tempo

15 Settembre 2020

Libellula gentile – Fabio Pusterla

PORDENONE. Sempre più di frequente le vite dei poeti vengono raccontate attraverso le immagini, la loro voce e quella di chi li ha conosciuti, nei luoghi da loro vissuti e evocati. Ne escono intensi ritratti sull’uomo e la sua opera, talora intrecciate, in altri casi ineffabilmente discoste. Ecco dunque che Pordenonelegge, in collaborazione con Cinemazero, propone tre documentari – genere che riesce a raccontare in maniera precisa e puntuale la realtà e il nostro tempo – su altrettanti poeti. Valore aggiunto è la proiezione, in anteprima assoluta giovedì 17 settembre, dell’omaggio che il regista Davide Minotti dedica al poeta Franco Buffoni.

Appuntamento nella sede di Cinemazero: mercoledì 16 alle 17.30 si parte con Libellula gentile, il documentario su uno dei più importanti poeti italiani, Fabio Pusterla, che si proietta alla presenza del regista. Francesco Ferri. Realizzato nel 2019, il documentario coglie la personalità più autentica dell’autore e insieme tocca nodi cruciali del fare artistico in generale. I luoghi, la casa, il lavoro, le letture, gli incontri e le relazioni sono i testimoni di una grande voce poetica, tesa a raccordare il presente alla storia geologica, dove la natura sovrasta l’essere umano.

Franco Buffoni

Giovedì 17 settembre alle 17.30, l’anteprima del documentario Dentro il polittico. Franco Buffoni, impegno civile e poesia, dedicato appunto al poeta Franco Buffoni per la regia di Davide Minotti). Il documentario focalizza sull’agenda del poeta, che lo vede impegnato in conferenze e letture in giro per l’Italia. La dimensione dell’uomo pubblico inquadra Buffoni all’interno del panorama politico-culturale contemporaneo: non solo creatore di versi, ma intellettuale impegnato nell’analisi del presente, attivista, militante, che utilizza i mezzi a sua disposizione per smuovere le coscienze. Il valore della sua opera poetica emerge attraverso il rapporto con i suoi luoghi, la nativa Gallarate e Roma, e l’utilizzo di materiale d’archivio appartenente al poeta.

In un futuro aprile

Venerdì 18 settembre alle 17.30 il ciclo di appuntamenti si conclude con In un futuro aprile, il documentario sul giovane Pier Paolo Pasolini di Francesco Costabile e Federico Savonitto). Attraverso i ricordi dello scrittore Nico Naldini, cugino da parte di madre di Pasolini, recentemente scomparso a cui sarà dedicato un ricordo durante la serata a Cinemazero, si ripercorre il periodo in cui Pier Paolo Pasolini visse a Casarsa in Friuli. Siamo negli anni ’40 e i due condividono esperienze e passioni che influenzeranno le loro future opere. I registi Costabile e Savonitto, oltre a fornire ricchi materiali iconografici di un periodo della vita di Pasolini che necessitava ancora di approfondimento, hanno realizzato un più che magnifico documentario sulla parola poetica.

Per partecipare agli eventi è obbligatoria la prenotazione tramite il sito www.pordenonelegge.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!