Di nuovo insieme LeggiAmo e Pordenonelegge Le proposte

11 Agosto 2022

PORDENONE. Il progetto regionale di promozione della lettura LeggiAmo 0-18 conferma la sua collaborazione con Pordenonelegge, attraverso diverse iniziative: dalla campagna “Un libro sospeso”, agli incontri dedicati alla letteratura per la prima infanzia quest’anno incentrati su Mamma lingua, a BookStop, le videointerviste agli autori del festival da parte di giovani lettori (da 14 a 18 anni).

“Un libro sospeso per Nessuno Escluso”: con questo progetto le due istituzioni condividono il fondamentale ruolo della lettura nei processi di inclusione all’interno delle comunità. “Un libro sospeso” invita i visitatori del Festival ad acquistare un libro “in più”, a propria scelta, che andrà a supporto delle attività di LeggiAm, in particolare alle comunità che risentono di potenziali fragilità socio-culturali. Già lo scorso anno la campagna aveva raccolto oltre 40 titoli, che sono stati destinati alle attività di lettura di “Su e giù per le storie” progetto curato da e organizzato da Centro per la Salute del Bambino e Damatrà Onlus, in collaborazione con il Comune di Gorizia e la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia che si svolse, da novembre 2021, nel complesso popolare Campagnuzza del capoluogo isontino, caratterizzato da una significativa differenza multiculturale e linguistica.

Continua anche la sinergia tra Pordenonelegge e LeggiAmo 0-18 incentrata sulla lettura per i piccolissimi (fascia 0-6). Nell’edizione 2022 del Festival, alla consueta collaborazione con Nati per Leggere, si aggiunge il progetto “Mamma lingua. Storie per tutti nessuno escluso”, iniziativa dell’Aib (Associazione Italiana Biblioteche) nazionale, approdata nel 2021 in regione attraverso il presidio della Biblioteca Ragazzi di San Vito al Tagliamento. In calendario a Pordenonelegge è previsto un doppio appuntamento, coordinato dalla referente regionale Aib-NpL Roberta Garlatti, e fissato per venerdì 16 settembre nella Sala Degan della Biblioteca Civica di Pordenone alle 16: si tratta di un incontro-intervista dal titolo “Le storie sono un’ancora. Letture e narrazioni con voce di mamma” con Graziella Favaro, testimonial dell’eccezione del progetto e autrice del Manifesto di Mamma lingua.

In parallelo all’incontro, una sezione del Chiostro sarà dedicata a “Storie sconfinate per piccole orecchie”, una serie di letture in più lingue rivolte ai bambini 0-6 anni e ai loro genitori, tenute dai gruppi di lettori volontari di Mamma lingua Fvg. In concomitanza con gli incontri i partecipanti potranno visitare l’esposizione temporanea dei libri della valigia di Mamma lingua “Ponte di libri” (oltre 200 titoli in 28 lingue) che sarà allestita lungo il Chiostro della Biblioteca civica nel pomeriggio degli incontri.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!