Di notte nel Castelliere di Savalons tra parole e musica

6 Settembre 2019

MERETO DI TOMBA. Sarà una serata quasi magica, quella che si svolgerà sabato 7 settembre, dalle 20, nel sito protostorico del Castelliere di Savalons (Mereto di Tomba). Sarà possibile immergersi in un’atmosfera ancestrale, grazie a racconti e musiche che descriveranno riti e culti antichi, in una cornice unica come quella del Cjastelîr.

“Diu gnot tal cjastelir di Savalons mîts, musichis, misteris…” è un’iniziativa organizzata e curata dall’associazione culturale “La Grame”, che vedrà protagonisti lo scrittore ed esperto di storia Angelo Floramo e il noto violinista Giulio Venier: saranno loro le “guide” della serata che, in un alternarsi di musica e parole, daranno vita a un suggestivo percorso nel nostro passato più misterioso, che viveva in simbiosi con gli elementi della natura e del cosmo. Al termine, seguirà un momento conviviale.

Per partecipare alla serata è necessaria la prenotazione scrivendo all’indirizzo e-mail aclagrame@libero.it; l’associazione fornirà tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione. Si consiglia di munirsi di una coperta o un cuscino per sedersi sul prato.

L’iniziativa di sabato 7 settembre vuole essere un’ulteriore occasione di valorizzazione dei siti protostorici presenti nel territorio di Mereto di Tomba dove, si ricorda, sarà ancora possibile visitare la mostra “Cjastelîrs, tumbaris, mutaris”, nella sala Bancater, in piazza della Vittoria. La mostra, curata dall’amministrazione comunale, ha riscosso nei mesi passati un notevole interesse da parte di molti visitatori, tanto da riproporne la riapertura durante le mattinate di domenica 8 e 15 settembre, in occasione dell’annuale sagra del Perdon; successivamente, la mostra sarà visitabile fino a fine anno.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!