Dante tra fisica e matematica Mostra e incontro a Mariano

14 Dicembre 2021

MARIANO. Fino a lunedì 20 dicembre a Mariano del Friuli, nella Sala Espositiva del Comune in Piazza Municipio, 6 è possibile visitare la mostra itinerante che fa parte del progetto di divulgazione scientifica “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte” promosso dall’Università di Trieste e cofinanziato dalla Regione, che ha già toccato con successo diverse città in occasione di festival ed eventi culturali per i 700 anni dalla scomparsa del sommo poeta. L’obiettivo dell’esposizione è di avvicinare i ragazzi alla fisica e alla matematica con un atteggiamento attento e curioso che è proprio della scienza moderna ma che già caratterizzava l’approccio di Dante nel descrivere la sua realtà.

Grazie all’Associazione Scienza Under 18 Isontina, che si è occupata anche dell’allestimento del percorso costituito da dieci supporti trifacciali – su cui sono riportate alcune terzine dantesche legate alla matematica e alla fisica (cinque argomenti per ogni disciplina) con la loro parafrasi e traduzione in sloveno e in friulano cui sono abbinate spiegazioni scientifiche alla luce delle conoscenze attuali, è possibile approfondire tematiche scientifiche alle quali Dante fa riferimento nella sua opera, dando un esempio di come arte e scienza possano concorrere ad un comune obiettivo. Attraverso le installazioni e gli exhibit interattivi, relativi a fenomeni fisici e a concetti di matematica, sarà possibile approfondire, in particolare, la riflessione della luce, la rifrazione della luce e l’arcobaleno, l’origine delle macchie lunari con l’esperimento dei tre specchi per quanto riguarda la fisica e le progressioni geometriche, la quadratura del cerchio e gli altri due problemi classici della geometria greca, il gioco della zara e il calcolo delle probabilità per quanto attiene alla matematica.

La stessa associazione ha organizzato una presentazione alla cittadinanza che si terrà giovedì 16 dicembre alle 20 nella Sala Consiliare del Comune, con la presenza dei docenti dell’Università di Trieste: Francesco Longo Docente di Fisica sperimentale al Dipartimento di Matematica e Geoscienze; Pierluigi Monaco Docente di Astronomia e Astrofisica del Dipartimento di Fisica, e Franco Obersnel, Docente di Analisi Matematica del Dipartimento di Matematica e Geoscienze. Al termine del dialogo, il Maestro Giulio Chiandetti, musicista goriziano, eseguirà alcune melodie tratte dal repertorio popolare sacro del Trecento provenienti dal Laudario di Cortona e altri Ricercari e Fantasie contrappuntistiche originali per liuto, per concludere con la proposta di alcune danze strumentali del Rinascimento italiano.

L’appuntamento è a ingresso libero ed è aperto a curiosi di tutte le età in possesso di Green Pass (non richiesto per i minori di anni 12), fino al raggiungimento dei posti disponibili. Per informazioni in merito a entrambe le attività: scrivere a: presidente@scienzunder18isontina.it

Condividi questo articolo!