Dante e l’ammirazione della realtà a Villa Locatelli

7 Giugno 2021

CORMONS. “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte” è un progetto interdisciplinare di divulgazione scientifica ideato dall’Università di Trieste, cofinanziato dalla Regione, coadiuvato da una vasta rete di partner, che ha l’obiettivo di far superare una certa divisione, non sempre esplicitata, tra i vari saperi (umanistico, scientifico, artistico), prendendo spunto da Dante e in particolare dalla Divina Commedia e dal suo saper mostrare un approccio inclusivo in cui concetti fisici e matematici sono descritti con precisione scientifica e al contempo alte vette artistiche e letterarie, che hanno profondamente segnato l’immaginario collettivo.

Dopo l’anteprima del 25 marzo in occasione del Dantedì e il primo evento in occasione della Rassegna “Rose Libri Musica e Vino” al Parco di San Giovanni di Trieste, il progetto “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte” si avvia ora verso la parte più corposa, con una serie di iniziative che si svolgeranno tutta l’estate in vari luoghi del Friuli Venezia Giulia, per poi proseguire anche in autunno. Si inizia sabato 12 e domenica 13 giugno nella splendida Villa Locatelli della Tenuta di Angoris a Cormons con “La dimensione dell’Uomo nell’Universo, da Dante alle galassie”, dialogo letterario-scientifico sull’opera dantesca intrecciato a un concerto pianistico con musiche di Schumann, una mostra interattiva su fenomeni fisici e concetti matematici, osservazioni astronomiche guidate e visite alla villa.

Il dettaglio delle iniziative e le modalità di partecipazione saranno presentate in anteprima alla stampa martedì 8 giugno 2021, alle 18 a Villa Locatelli da: Maria Peressi, docente dell’Università di Trieste, coordinatrice del Progetto; Marta Locatelli, Tenuta di Angoris; Stefano Minussi, Capo Delegazione – Delegazione Fai di Gorizia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!