Cromatismi è il tema della stagione di Chamber Music

10 Gennaio 2022

TRIESTE. Quindici grandi concerti per una intensa Stagione Cameristica in programma a Trieste dal 12 gennaio al 14 dicembre, che si completa con un ritorno attesissimo sulla scena musicale internazionale, quello del Premio Trio di Trieste che si appresta a tagliare il traguardo della sua 21^ edizione, al rush finale dal 9 al 12 settembre: tutto è pronto per l’avvio di “Cromatismi”, il cartellone numero 27 promosso dalla Associazione Chamber Music Trieste, come sempre a cura del direttore artistico Fedra Florit. Sede stabile di riferimento per la Stagione sarà anche quest’anno il Teatro Miela, con l’eufonica camera acustica in legno predisposta su misura da Chamber Music e realizzata da SuonoVivo con il sostegno dei Soci e della Fondazione CRTrieste.

Duo Silver Garbur

«Cromatismi come parola chiave per un cartellone che punta a far viaggiare il pubblico fra nuances e gradazioni di una brillante tavolozza musicale – spiega la musicologa Fedra Florit – e per stimolare la fantasia della nostra platea con proposte mai scontate, sorprendenti e sempre ritagliate su misura della nostra Stagione». In scena per la Stagione Cameristica Chamber ci sarà un prestigioso team di artisti e Ensemble: si parte con il celebrato Piano Duo Silver Garburg, chiamato a inaugurare la programmazione 2022 mercoledì 12 gennaio, spiccano le serate – evento che porteranno in scena l’Orchestra dei Virtuosi Italiani, integrata dal talento pianistico dal russo Lukas Geniusas, e il Coro da Camera di Torino con i brillanti solisti Valentino – Voghera.

Ma nel corso della Stagione si avvicenderanno tante formazioni e artisti italiani e internazionali, di primissimo piano: dall’Hermes Quartet al Boccherini String Trio, dal Quartetto Noûs alle affascinanti soliste Elisa Tomellini e Laura Marzadori, spalla del Teatro alla Scala. E ancora dall’est il duo Tchumburidze – Sepashvili e infine il Trio Arciduca, capitanato dal grande violoncellista Luigi Piovano.

Virtuosi-Italiani

«Molti i percorsi tematici che si incroceranno in cartellone – osserva ancora Fedra Florit –. A cominciare dall’osservatorio consolidato sulle Sonorità dell’est: per ritrovare le note di Stravinsky con il Duo Silver-Garbur, riscoprire Suk con Ars Trio, spaziare da Smetana a Tchaikovsky con la sensibilità dell’ungherese Zoltan Fejervari e del russo Lukas Geniusas, riascoltare Prokofiev dal violino di Laura Marzadori. Intorno a Chopin si soffermeranno il Duo Piccotti – Pierdomenico, la pianista Elisa Tomellini e ancora Lukas Geniusas. Non mancherà l’omaggio ai Compositori italiani di grande repertorio: per mano del Quartetto Nous con Verdi, Bazzini e Boccherini e con il Duo Beltramini-Arosio impegnato su Rota, Busoni e Castelnuovo-Tedesco. Le pagine di Schumann per pianoforte risuoneranno ancora con Fejervari ed Elisa Tomellini, e intorno a Beethoven i programmi spazieranno con vasti repertori. Da quello per Trio d’archi con il Boccherini String Trio al repertorio francese con l’Hermes String Quartet. Una serata monografica per i Valzer di Brahms vedrà protagonista il Coro da camera di Torino con i pianisti Valentino – Voghera nel Duo a 4 mani, e ancora pagine di Beethoven e Mozart saranno affidate alla sensibilità coinvolgente del pianista Massimiliano Ferrati. E in dirittura d’arrivo ecco l’Arciduca op.97 del Trio Arciduca, una formazione “all stars” capitanata dal grande Luigi Piovano, con la pianista Gile Bae e la violinista Grazia Raimondi.

Complessivamente, quindi, 15 concerti in abbonamenti + 2 straordinari integrati da due serate omaggio a Pier Paolo Pasolini, nel 2022 che segna il centenario della nascita del grande regista e poeta: nel mese di novembre una dedica affidata al Quartetto Eos su musiche inedite del compositore Renato Miani scritte per l’occasione, il che coinvolgerà lettura di testi da parte di Somaglino, il quartetto Eos con il clarinettista Aron Chiesa e ancora a novembre il recital violinistico su musiche di Bach e Mozart con il giovane eccellente violinista Paolo Tagliamento, a ripercorrere l’amore di PPP per il violino Completa il cartellone il consueto poker di concerti della vetrina domenicale al DoubleTree by Hilton, nel mese di maggio. Anche per il cartellone 2022 sono previste varie formule di abbonamento: info e conferme Soci già in atto in sede ACM e prevendite abbonamenti presso TicketPoint Trieste. Dettagli e aggiornamenti sul sito www.acmtrioditrieste.it. La Stagione 2022 dell’Associazione Chamber Music è sostenuta dal MIC – Ministero della Cultura con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Banca Mediolanum, Itas Assicurazioni, Suono Vivo – Padova, Fondazione Casali, Civibank e Zoogami.

Condividi questo articolo!