Corso di Teatro a Gorizia

6 Ottobre 2019

GORIZIA. Inizieranno lunedì 7 ottobre, negli uffici di Gorizia, dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 18, e venerdì, dalle 9 alle 16, le iscrizioni per il Corso di Teatro che si svolgerà alla Sala Bergamas e che ha il sostegno della Regione Fvg. Si tratta in verità di due corsi distinti per fasce di età.

Il primo Laboratorio a partire (il 30 ottobre) sarà condotto da Enrico Cavallero per i ragazzi iscritti alla Scuola Secondaria di 1° grado e 1° anno di Scuola Superiore che si svolgerà fino al 1° aprile ogni mercoledì, dalle 18.15 alle 19.45; in questo corso si insegneranno le regole ed i metodi di cui si avvale il linguaggio teatrale. Si cercherà di insegnare l’anima del Teatro e di esaltare le capacità presenti in ogni individuo. Si inizierà dagli esercizi per socializzare sottolineando l’importanza del gruppo nel fare Teatro per poi imparare ad esplorare lo spazio in cui il nostro corpo si muove ed a prestare attenzione ai suoni che ci circondano.

Si rivolgerà l’attenzione a come muoviamo le nostre mani, a come camminiamo, per imparare poi a muoverle e a camminare in modo diverso, diventando sulla scena quello che vogliamo. Fare Teatro è innanzitutto questo, immaginare, fantasticare e utilizzare gli strumenti di cui disponiamo (corpo e voce) per dare forma ai nostri sogni. A questa età di sogni i ragazzi ne hanno tanti, ne sono una fonte inesauribile, il compito del corso è far sì che questa straordinaria capacità sia messa a loro servizio perché possano crescere sviluppando autostima e senso critico, a prendere coscienza del proprio corpo, delle proprie capacità espressive, dei propri limiti e quindi anche delle proprie potenzialità ed a sentirsi parte di un gruppo senza rinunciare ad affermare la propria individualità. Improvvisazione, gestualità senso dello spazio, voce e movimento saranno strumenti indispensabili per intraprendere un lavoro divertente ed impegnativo.

Per la Scuola Primaria, invece, il Laboratorio sarà condotto da Chiara Cardinali inizierà il 20 novembre (fino al 22 aprile), ogni mercoledì dalle 16.30 alle 18; chi meglio dei bambini può essere contenitore di idee e fantasie che attendono una forma per essere espresse al fine di creare storie o sogni? Il bambino scopre un mondo destinato a non esaurirsi mai, anzi a estendersi sempre più, ma la cosa più importante è che, attraverso il Teatro, impara a dare voce al pensiero. Naturalmente tutto deve avvenire all’insegna del gioco: il momento ludico è quello in cui il bambino abbassa le difese e le inibizioni ed è pronto a cogliere ogni stimolo esterno.

Il corso sarà rivolto soprattutto allo sviluppo della coscienza del proprio corpo e della propria voce attraverso divertenti esercizi che aiutano a conoscere e a dosare le proprie energie e risorse. Il bambino si abituerà a rispettare i tempi e le necessità degli altri con esercizi sul ritmo, sulla vocalità e sul movimento, imparerà così quali sono le particolarità del suo corpo e della sua voce, sviluppandone le potenzialità, all’interno del gruppo. Fondamentale sarà passare all’improvvisazione lasciando massima libertà ai bimbi, ci si avvicinerà così alla scoperta di personaggi e azioni sceniche.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!