Cordoglio per Angela Felice

3 Maggio 2018

Angela Felice

UDINE. Proseguono le espressioni di cordoglio per la scomparsa di Angela Felice. Antonella Lestani, Presidente Anpi “Città di Udine”, il dolore lo esprime con un saluto. Un affettuoso ricordo, poi, è stato espresso da Massimo Moretuzzo e Andrea Valcic.

“Ciao cara Angela – questo il saluto di Antonella Lestani -, sei partita all’improvviso… sei andata via in silenzio… troppo presto. Andare via: sono le parole che usava Luciano Rapotez quando una partigiana o un partigiano morivano. Adesso le uso io per salutarti. Con rabbia per non essere riuscita nemmeno a salutarti e con rimpianto perché mi mancherà la tua forza propulsiva di guidare le ragazze e i ragazzi, per farli diventare quella “meglio gioventù” di cui la nostra società ha bisogno.

Mi ricordo quando, qualche anno fa, ti ho incontrata per proporti un nuovo progetto dell’ANPI di Udine: coinvolgere le studentesse e gli studenti, che partecipavano al Palio Teatrale Studentesco, nelle celebrazioni ufficiali del 25 Aprile – Festa della Liberazione. Proposta accolta con entusiasmo da te che hai sempre valorizzato le giovani generazioni, che sei stata maestra e guida. Da quel 2015 anche i più giovani cittadini di Udine hanno preso la parola durante un momento solenne, hanno parlato dei valori della nostra Costituzione, nata dalla Resistenza, hanno attualizzato la memoria.

Sei stata una donna generosa, una vera antifascista perché hai condiviso con noi dell’ANPI le grandi utopie: libertà, giustizia, uguaglianza di diritti e di opportunità, solidarietà. Sei stata antifascista perché hai capito il pluralismo e tutte le diversità; sei stata antifascista perché hai insegnato ai giovani cosa significa praticare l’inclusione senza lasciare mai indietro nessuno; sei stata antifascista perché hai rifiutato l’indifferenza. Grazie Angela! A nome delle donne e degli uomini della città di Udine”.

«Il Friuli perde una infaticabile e appassionata testimone e protagonista della cultura e del teatro friulani, una docente stimata, una donna colta e piena di energia, che considerava la cultura indispensabile per la crescita civile della comunità, in particolare dei più giovani. Da direttrice del Centro studi Pier Paolo Pasolini ha contribuito in maniera determinante alla conoscenza della figura e dell’opera del poeta e intellettuale e dell’istituzione friulana in tutto il mondo. Non possiamo che esserle riconoscenti». Lo ha detto il segretario e neo consigliere regionale del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo, esprimendo il suo cordoglio per la scomparsa di Angela Felice, già direttrice artistica del Teatro Club di Udine, vicepresidente dell’Ente regionale teatrale del Friuli-Venezia Giulia, critica teatrale e anima del Palio teatrale studentesco di Udine.

Andrea Valcic, già candidato sindaco di Udine con il Patto per Udine e tra i fondatori del Patto per l’Autonomia, esprime «grande dolore per la morte di Angela con cui ho vissuto tutta l’esperienza del liceo e un immenso dispiacere per la scomparsa di una persona che amava profondamente il Friuli e la sua cultura, non solo in termini intellettuali, lo dimostrava anche nella pratica della sua attività teatrale e giornalistica. Il Friuli perde con Angela un punto di riferimento nel lavoro che svolgeva con le nuove generazioni, dai suoi studenti a quelli del Palio teatrale studentesco. Sarà difficile sostituire la sua opera, il suo impegno, ma da lassù certamente ci darà una mano».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!