Il Conservatorio Tomadini apre l’anno accademico

29 Gennaio 2017

UDINE. Il Conservatorio di Musica “J. Tomadini” di Udine ritorna puntuale all’appuntamento con il suo più significativo evento culturale e istituzionale, il concerto inaugurale dell’anno accademico in programma quest’anno per martedì prossimo 31 gennaio alle ore 17.30, come da tradizione al Teatro Nuovo “Giovanni da Udine”. Al saluto del nuovo presidente del Conservatorio, l’avvocato prof. Ludovico A. Mazzarolli, seguiranno la dettagliata relazione del direttore, maestro Paolo Pellarin e gli interventi delle autorità; la seconda parte sarà interamente dedicata alla musica con l’avvio di un percorso annuale di approfondimento dedicato alla musica delle Americhe e affidato all’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Udine diretta dal maestro Andrea Cappelleri.

La grande orchestra sinfonica del “Tomadini”, composta da oltre sessanta elementi, sarà interprete di tre pagine predilette e altamente significative del Novecento musicale americano, la Suite de danzas dal Balletto «Estancia» di Alberto Ginastera (1916-1983) nei suoi quattro quadri: 1. Los trabajadores agricolas, 2. Danza del trigo, 3. Los peones de hacienda, 4. Danza final (Malambo), per proseguire con Danzón n. 2 di Arturo Márquez (1950) e concludere con il Poema sinfonico Un americano a Parigi di George Gershwin (1898-1937). Le tre composizioni, costellate di smaglianti intuizioni timbriche e di trascinanti sequenze ritmiche e tematiche desunte dalle tradizioni musicali argentina, cubana, messicana e statunitense, saranno dirette dal ternano Andrea Cappelleri, docente al Conservatorio di Udine, diplomi in Pianoforte, Direzione di Coro e Strumentazione per Banda, diploma accademico di secondo livello con lode in Direzione d’Orchestra, interprete di respiro internazionale del maggiore repertorio lirico e sinfonico e direttore ospite di prestigiosi Festival di musica contemporanea.

Terzo appuntamento del cartellone “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine-Gennaio/Febbraio 2017”, realizzato con il sostegno di Regione, Comune di Udine e Fondazione Friuli, il concerto prevede ingresso libero fino ad esaurimento posti previo ritiro del biglietto alla biglietteria del Teatro Nuovo “Giovanni da Udine”.

Condividi questo articolo!