Concerto in San Quirino nel nome di György Ligeti

4 Ottobre 2016

UDINE. Il nutrito e articolato cartellone “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine” si aprirà giovedì prossimo alle 20.45, ambientato nelle due chiese udinesi di S. Quirino, con “György Ligeti e il suo tempo. Musiche del Novecento per organo, clavicembalo e strumenti”, concerto denso di pagine fondamentali e di raro ascolto nell’ambito della musica del Novecento, realizzato grazie alla collaborazione del Conservatorio “Tomadini” con “Serate d’organo”, stagione organistica cittadina di lunga e prestigiosa tradizione che pure inaugura il proprio cartellone autunnale.

Attorno alla geniale produzione per i due antichi strumenti che ha impegnato nell’ultima fase creativa il compositore transilvano scomparso dieci anni or sono e al quale il “Tomadini” ha dedicato quest’anno un imponente progetto, si stringeranno due rilevanti pagine cameristiche, il Concerto per clavicembalo, flauto, oboe, clarinetto, violino e violoncello che Manuel de Falla dedicò nel 1926 a Wanda Landowska, protagonista della riscoperta contemporanea del clavicembalo, e il meno noto Il carro di fuoco per organo, 2 trombe e 2 tromboni di Wolfango Dalla Vecchia, organista, compositore e didatta contemporaneo attivo a Padova che il Conservatorio di Udine ha ricordato lo scorso anno nell’ambito delle “Serate d’organo” di S. Quirino.

L’integrale delle composizioni per organo e clavicembalo di György Ligeti, comprendente Continuum, Rock ungherese, Passacaglia ungherese, Omaggio a Girolamo Frescobaldi: Ricercare, Volumina e Due studi: Harmonies e Coulée, sarà interpretata dal docente e ideatore del progetto, Beppino Delle Vedove e dagli studenti Carmen Bonifazio, Alberto Gaspardo, Alberto Pez e Daniele Russo. La pagina di Manuel De Falla sarà eseguita da Manuela Della Bianca (flauto), Pietro Savonitto (oboe), Tania Rosa Haunzwickl (clarinetto), Giovanni Di Lena (violino) e Nicola Siagri (violoncello), solista al clavicembalo il prof. Beppino Delle Vedove, mentre la composizione di Wolfango Dalla Vecchia vedrà protagonisti Giulio Molinaro e Lucamaria Trevisan (trombe), Erik Cencigh e Giovanni Ziraldo (tromboni), all’organo Davide Basaldella. Il concerto inaugura il cartellone di ottobre dei “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine”, come di consueto realizzato grazie al sostegno di Regione e Fondazione CRUP.

Condividi questo articolo!