Concerto a San Daniele offerto da FriulOvest Banca

21 Luglio 2016

SAN DANIELE. Appuntamento d’eccezione, venerdì 22 luglio, alle 21, a San Daniele, con il concerto della “Mitteleuropa String Orchestra“. L’evento sarà ospitato nell’auditorium “Alla Fratta”, di via Ippolito Nievo, ed è a ingresso gratuito, previa prenotazione. Si tratta, infatti, di un dono alla comunità locale da parte di Friulovest Banca, l’istituto di credito che nel pomeriggio di venerdì, dalle 18, inaugurerà in città la 21ma filiale, nella nuovissima sede di via Kennedy 39.

AgheVodaUjeLa Mitteleuropa Orchestra, che affonda le proprie radici nella tradizione musicale dell’area del centro e del sud Europa, discende da esperienze orchestrali pluridecennali. Attualmente, conta 47 professori d’orchestra stabili e una solida organizzazione autonoma. Il direttore musicale, da febbraio dello scorso anno, è il Maestro Giovanni Pacor. Il repertorio che propone, nel segno della più ampia versatilità, spazia dal barocco al contemporaneo, dal classico al cross-over. In questa occasione speciale a San Daniele, ad esibirsi sarà la Selezione d’Archi dell’Orchestra Regionale Fvg assieme ai solisti Tomas Kadubliec, al violino, e Igor Zobin, alla fisarmonica. Il programma della serata verterà su un parallelismo tra le “Quattro stagioni”, di Antonio Vivaldi e sulle “Quattro stagioni”, di Astor Piazzolla. La prenotazione dei biglietti è possibile alla Biblioteca Guarneriana fino a oggi.

“Siamo veramente orgogliosi di arrivare in una piazza prestigiosa come San Daniele – ha commentato il presidente di Friulovest Banca, Lino Mian, presentando l’evento musicale collegato all’inaugurazione della filiale -: dopo Pordenone e Codroipo ci sembrava doveroso completare un percorso di crescita sbarcando in quella che è al tempo stesso la “capitale” dell’agroalimentare friulano e un brand di levatura internazionale. Una realtà, quella di San Daniele, che è complementare ai territori che il nostro istituto di credito serve da 125 anni, con una sede che si trova, non a caso, nella patria delle barbatelle, anch’esse portacolori del Friuli nel mondo, e del vino, a San Giorgio della Richinvelda. Come nel nostro stile – ha concluso – l’intento è di metterci al servizio della comunità e, per questo, invece di invitare testimonial di prestigio con grande appeal, ma nessuna ricaduta locale, abbiamo pensato di offrire un evento musicale di spessore, con una delle eccellenze del panorama musicale regionale e nazionale”.

Condividi questo articolo!