Concerto di fiati a San Vito

20 Marzo 2016

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. Lunedì prossimo, 21 marzo alle 20.45, l’Orchestra di Fiati del Conservatorio di Udine diretta da Marco Somadossi, docente di Composizione e strumentazione per orchestra di fiati al “Tomadini”, sarà la protagonista di un concerto che si terrà all’Auditorium Zotti di S. Vito al Tagliamento in collaborazione con l’Associazione Filarmonica Sanvitese. L’evento costituisce la riproposizione in Regione del concerto di gala che l’orchestra ha tenuto al Palazzo dei Congressi di Riva del Garda, quale prestigioso evento d’apertura della diciottesima edizione del “Flicorno d’oro”, concorso internazionale per bande che attualmente è ritenuto uno dei più importanti d’Europa assieme al World Music Contest di Kerkrade (Olanda).

Il filo conduttore del programma ideato dal maestro Somadossi per le due importanti occasioni concertistiche segue l’evoluzione storica dell’assetto e dei repertori delle bande italiane. Cuore del programma sarà Fantasia Militare Italica (1941) del compositore siciliano Antonio D’Elia nella nuova strumentazione di Walter Cragnolin, diplomando al Triennio superiore di Composizione e strumentazione per orchestra di fiati; il concerto proseguirà con l’Ouverture Poeta e contadino di Franz Suppé, Intermissions di Daniele Carnevali, direttore artistico del Concorso “Flicorno d’oro” e Complainte di André Waignein, musicista belga recentemente scomparso e tra i maggiori esponenti della didattica e della composizione per orchestra di fiati. Apriranno e concluderanno il concerto due pagine di Marco Somadossi i cui motivi ispiratori sono un messaggio di pace e un omaggio al Trentino, terrà d’origine del musicista roveretano da poco rientrato dalla California, dove ha tenuto lezioni presso l’Università di Stanford e ha diretto la Stanford Wind Symphony nella Bing Concert Hall di Palo Alto assieme a Samuel Schlosser, primo trombone dell’Opera di San Francisco.

Condividi questo articolo!