Concerto d’organo domenica nel duomo di Valvasone

27 Maggio 2016

VALVASONE. Domenica 29 maggio ci sarà il quarto e ultimo appuntamento della 43^ stagione concertistica di Musica Antica di Valvasone che vedrà protagonista un altro organista e clavicembalista allievo della scuola di Gustav Leonhardt (di cui è l’ultimo allievo), Ton Koopman ecc.: Léon Berben. Eseguirà musiche di J. P. Sweelinck, Melchior. Schildt nel concerto intitolato: Ad Amsterdam: alla scuola di Jan Pieterszoon Sweelinck. Il concerto che si svolgerà come sempre nel duomo di Valvasone inizierà alle 16 e non alle 17.

Jan Pieterszoon Sweelinck, nella storia della musica, occupa lo stesso livello di Johann Sebastian Bach e di Franz Liszt. Egli si pone quale innovatore proprio nel momento del declino della grande tradizione fiamminga, assumendo un ruolo determinante nello sviluppo della musica per organo grazie ai contributi della scuola virginalistica. Il gran numero di allievi tedeschi mandati a spese delle loro comunità a studiare con l’organista olandese, lo confermano insegnante molto stimato. Grazie a questi allievi, la musica per tastiera ebbe diffusione nella Germania del Cinque-Seicento fino a dare i suoi migliori frutti con i grandi organisti Dietrich Buxtheude e Johann Sebastian Bach.

leonglrAlcune note biografiche sull’interprete. Léon Berben, nato nel 1970 a Heerlen nei Paesi Bassi, vive attualmente a Colonia. Ha studiato organo e clavicembalo ad Amsterdam e a L’Aia con Rienk Jiskoot, Gustav Leonhardt (di cui è l’ultimo allievo), Ton Koopman e Tini Mathot, conseguendo il diploma di solista. Lèon Berben è uno dei più importanti interpreti di musica antica della sua generazione. Il suo repertorio di estende dal 1550 al 1790 con particolare interesse per la musica tedesca, i virginalisti e J.P. Sweelinck. Lo studio delle fonti e il costante lavoro di ricerca musicologica assicurano una particolare qualità alle sue interpretazioni.

La produzione discografica, esclusivamente su strumenti storici, è stata accolta con entusiasmo dalla critica ottenendo numerosi riconoscimenti, quali: il Diapason d’or, Le Choc du Monde de la Musique e il Premio trimestrale della Deutsche Schallplattenkritik. Dal 2000 è stato clavicembalista di Musica Antiqua Köln (diretto da Reinhard Goebel) complesso musicale con cui ha tenuto concerti in Europa, Asia, le due Americhe e registrato numerosi CD per Deutsche Grammophon / Archiv Produktion. Dopo la dissoluzione dell’ensemble, nel 2006, Léon Berben continua in qualità di solista esibendosi nei festival internazionali più rinomati, come Klavier-Festival Ruhr, Internationaal Orgelfestival Haarlem, Schleswig-Holstein Musik Festival, Bodenseefestival, Festival Oude Muziek Utrecht, Rheingau Musikfestival, Festival de Saintes, Lucerne Festival, e il Festival de Música Antiga de Barcelona. In qualità di musicista da camera collabora con Concerto Melante (gruppo musicale da camera della Berliner Philharmoniker).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!