Concerto dell’organista Arvid Gast al Conservatorio Tartini

26 Novembre 2019

Arvid Gast

TRIESTE. Mercoledì 27 novembre alle 20.30 nella Sala Tartini di via Ghega 12, nell’ambito del cartellone autunnale dei Concerti del Conservatorio Tartini, appuntamento con il secolare repertorio di uno dei più antichi strumenti della cultura occidentale, con l’organista tedesco Arvid Gast, esecutore e docente d’organo apprezzato in tutto il mondo. L’evento, realizzato in collaborazione con Musikhochschule Lübeck, è come sempre proposto con ingresso gratuito su prenotazione, info +39 040 6724911 www.conts.it

Il repertorio della musica d’organo abbraccia un arco temporale molto ampio di più di cinque secoli: si tratta di uno strumento dotato di una delle più ricche letterature musicali strumentali, varie nel genere e nello stile di ambito sia sacro, sia profano. A Trieste, Gast proporrà un programma che spazia dallo Stylus Fantasticus di Dietrich Buxtehude che proprio a Lubecca incontrò e conobbe J.S. Bach (anch’esso in programma il 27), fino al novecentesco Tilo Medek e al contemporaneo Franz Danksagmüller (del quale eseguirà l’Estampie composta per il primo concorso organistico di Lubecca del 2007) passando per l’ottocento di Felix Mendelssohn Bartholdy.

L’organo si è evoluto nel corso della storia e oggi, l’Europa musicale continua a riservare all’organo un rilevante ruolo, soprattutto oltralpe tra Germania, Francia e Olanda, dove il repertorio discende da una lunga e diffusa tradizione improvvisativa, che traduce in stilemi e modelli compositivi le pratiche di esecuzione estemporanea.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!