Concerto al Verdi (Ts): Enrico Pace e Leonidas Kavakos

24 Gennaio 2017

TRIESTE. Sul palco per la Società dei Concerti mercoledì 25 gennaio alle 20.30 al Teatro Verdi di Trieste, la punta di diamante della stagione: Leonidas Kavakos, al violino insieme al pianoforte di Enrico Pace. Protagonista di riferimento imprescindibile dell’interpretazione di oggi, il violinista greco debutterà a Trieste con un programma beethoveniano in un concerto da non perdere e aperto a tutti, anche a chi non ha la tessera della Società dei Concerti di Trieste.

Leonidas Kavakos

Tutto cominciò con un regalo di Natale. Al piccolo Leonidas, lo racconta lui stesso, il padre regalò un violino. Il resto le fece il suo innato talento. La grandezza del talento di Leonidas Kavakos è stata riconosciuta già quando, ancora adolescente, ha vinto il Concorso Sibelius nel 1985 e poi il Premio Paganini nel 1988. Da allora la sua musica è riecheggiata nelle sale di tutto il mondo, accanto ai Berliner come al Konzertgebouw di Amsterdam, o alla guida della Camerata Salzburg. Enrico Pace, a sua volta fiore all’occhiello del pianismo italiano, nato da quella fucina di eccellenza che è l’Accademia di Imola, è partner regolare di Kavakos, meritando insieme a lui il Premio “Abbiati” 2013 per l’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Beethoven. Oggi Leonidas Kavakos oltre ad essere invitato a esibirsi in tutto il mondo è Direttore Artistico della sua stagione di musica da camera al Megaton di Atene e si esibisce con il violino Stradivari “Falmouth” del 1692.

Enrico Pace è nato a Rimini. Ha studiato pianoforte con Franco Scala, prima al Conservatorio Rossini di Pesaro e, successivamente, all’Accademia Pianistica di Imola. Ha inoltre studiato direzione d’orchestra e composizione. La sua carriera ha avuto una svolta decisiva nel 1989 con la vittoria del Primo Premio al Concorso Internazionale Franz Liszt di Utrecht. Da allora Enrico Pace si è esibito regolarmente in recital in tutta Europa, includendo apparizioni al Concertgebouw di Amsterdam, a Milano (Sala Verdi del Conservatorio e Teatro alla Scala), Roma, Brescia/Bergamo, Firenze, Berlino, Monaco di Baviera, Dortmund, Dublino e in varie città del Sud America. Partecipa regolarmente ai festival di La Roque d’Anthéron, Rheingau e Husum. Ha suonato con orchestre prestigiose, tra cui i Münchner Philharmoniker, i Bamberger Symphoniker, l’Orchestra Filarmonica di Rotterdam, la BBC Philharmonic Orchestra. Ha collaborato, fra gli altri, con direttori di fama internazionale come Roberto Benzi, Yakov Kreizberg, Andrei Boreyko, Gianandrea Noseda, Lawrence Foster, Mark Elder, Walter Weller, Janos Fürst, Eliahu Inbal, Kazimirz Kord, Jiri Kout, Gianandrea Noseda, Vassily Sinaisky, Stanislaw Skrowaczewski, Bruno Weil e Antoni Wit.

Per questo evento, anche chi non è Socio della Società dei Concerti potrà avere la possibilità di accedere al concerto. La prevendita dei biglietti è aperta fino al giorno stesso del concerto. Il costo dei biglietti, che potranno essere acquistati alla biglietteria del Teatro Verdi nei suoi orari di apertura, è: Platea, Palchi di I ordine: € 60,00, I Galleria: € 45,00, Palchi di II ordine: € 45,00, II Galleria: € 35,00, Palchi di III ordine: € 35,00, Loggione: € 35,00, Loggione (soci under 35): € 10.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!