Concerto a Palazzo di giovani talenti emergenti. A Sacile

3 Maggio 2018

Alessandra Signoretto

SACILE. Quinto concerto della XII Rassegna Internazionale “I Concerti a Palazzo” venerdì 4 maggio alle 20.45 a Palazzo Ragazzoni a Sacile, evento organizzato dall’Associazione Ensemble Serenissima con giovani talenti emergenti. Protagonista della serata la pianista Alessandra Signoretto, vincitrice negli anni di numerosi concorsi internazionali e interprete in recital solistici in varie località del Triveneto e del nord Italia. Proporrà la Sonata op.27 n.1 di Beethoven, al cui titolo l’autore stesso fa seguire l’indicazione “quasi una fantasia”, a giustificarne lo spirito di libertà: uno spirito che sottraendosi in parte alle leggi della tradizione mira ad esplorare altre dimensioni compositive e saggiarne le peculiarità espressive. A essa contrapporrà il virtuosismo di Liszt del Valzer da concerto sui motivi di “Lucia” e “Parisina” di Donizetti.

Il duo Pivato-Vaccari

​A seguire il duo composto da Lisa Pivato al violino, protagonista in qualità di solista con orchestra in numerosi concerti in Italia e all’estero (Vienna, Osijek e Budapest) e Leonardo Vaccari al pianoforte, interprete attivo dal 2009 sulla scena concertistica nazionale sia come solista che in formazione cameristica e vincitore di numerosi concorsi nazionali. Nel loro programma la Sonata per pianoforte n. 30 in mi maggiore op. 109, la prima del gruppo delle ultime tre Sonate pianistiche di Beethoven in cui si definiscono nel modo più evidente alcuni connotati del cosiddetto terzo stile di Beethoven: tutta la Sonata infatti si muove alla ricerca di un nuovo ordine formale, all’interno sempre di una totale libertà espressiva, incapace ormai di piegarsi a forme prestabilite. La serata terminerà con l’esecuzione del concerto in mi minore per violino e orchestra op.64 di Mendelssohn che fu e rimane uno capisaldi della letteratura per lo strumento, espressione tipica dell’arte di Mendelssohn la cui nota fondamentale della propria personalità è un’affettuosa dolcezza, leggermente velata di malinconia.

Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!