Comunicazione digitale e patrimonio culturale: incontro

15 Maggio 2016

TRIESTE. Incuriosire, coinvolgere, trasferire l’esperienza dal piano virtuale a quello fisico: sempre più, anche per musei, archivi, biblioteche e altri tipi di istituzioni culturali, diventa importante trovare gli strumenti giusti per valorizzare l’enorme patrimonio culturale di cui sono custodi e promotori. In questo, gli strumenti digitali possono offrire un grande contributo per far scoprire il patrimonio a platee molto ampie che travalicano i confini nazionali, favorire la partecipazione e il coinvolgimento attivo delle comunità in attività e iniziative, aumentare il valore di un territorio promuovendo un turismo di qualità. Lo stesso rapporto Civita #SocialMuseums, presentato a Roma alla presenza del Ministro Franceschini e interamente dedicato al rapporto fra musei e social media, fa emergere dati interessanti sul rapporto fra patrimonio e cittadini. Fra gli altri, è di grande interesse il dato che quantifica in circa 9 milioni gli italiani, in prevalenza fra 25 e 44 anni, che impiegano i social per informarsi su musei e offerta culturale. Si tratta di un bacino importante che ancora non ha trovato nelle istituzioni culturali una risposta adeguata.

Per indagare tutti questi aspetti e offrire agli operatori culturali della regione la possibilità di confrontarsi con esperienze di eccellenza a livello nazionale, l’Istituto regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia (IPAC) organizza, insieme al progetto di racconto territoriale Trieste Social e in collaborazione con Accademia digitale fvg (INSIEL) e il Comune di Trieste, una giornata di approfondimento su progetti innovativi di comunicazione digitale che sono stati realizzati in Italia per valorizzare comunicare il patrimonio culturale ma aperta anche a chi si occupa di comunicazione. Il 16 maggio 2016, sul palco dell’auditorium del Museo Revoltella a Trieste, si potranno scoprire case studies, buone pratiche e iniziative, con un occhio alla web reputation e allo storytelling per la cultura.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA
8:30 REGISTRAZIONI
9.00 Indirizzi di saluto
9.15
Apertura dei lavori
Rita Auriemma (IPAC), Giovanna Tinunin e Rosy Russo (Trieste Social), Gabriella Taddeo (INSIEL)

> IL MUSEO COME LUOGO DI PARTECIPAZIONE E CO-CREAZIONE
9.45
Carlotta Margarone (Fondazione Torino Musei)
10.10
Fabio Viola (TuoMuseo)
10.35
Sandro Garrubbo (Museo Salinas, Palermo)
11.00 – 11.30
TALK
11.30-11.45
Pausa caffè

> IL RACCONTO DI SISTEMI COMPLESSI
11.45
Silvia Bendinelli (Musei in Comune, Roma)
12.10
Liù Palmieri (Biblioteca SalaBorsa, Bologna)
12.35-13.00
TALK
13.00-14.00
Pausa pranzo

> VALORIZZAZIONE E REPUTAZIONE
14.00
Mirko Lalli (Travel Appeal)
14.25
Elisa Bonacini (Università di Catania)
14.50 – 15.20
TALK

> PROFESSIONI ANTICHE, NUOVI STRUMENTI
15.20
Vera Gheno (Accademia della Crusca)
15.45
Antonia Falcone (Professione Archeologo) e Astrid d’Eredità (Archeopop)
16.15
TALK
Chiusura dei lavori: 17.00

Condividi questo articolo!