Come il Circo sta cambiando Riflessioni alla Festa dei folli

26 Maggio 2018

CODROIPO. Terzo e ultimo giorno (domenica 27 maggio) per la ‘Festa dei folli’ di Codroipo. Un gran finale per l’evento, giunto alla sua decima edizione, che comincerà fin dal mattino, alle 10, all’Ottagono (via Marinelli 6) dove è in programma “La tigre ruggisce ma io non ho paura” workshop sul circo e le emozioni di bambini dai 3 ai 6 anni, dedicato a educatori, insegnanti e genitori, condotto da Chiara Giacomello, di Circo all’InCirca (info, costi e iscrizioni: 348.0043409). La Festa si sposterà poi ai campetti (in via Friuli, 20), dalle 15, dove in programma il 5° Meeting delle scuole di circo del Triveneto: un coloratissimo appuntamento che quest’anno spegne 5 candeline. Invitate all’evento le scuole Ars Motus (Muggia), Circo all’inCirca (Udine), Tumblerart (Udine), Flying Arts (Bertiolo), Barbamoccolo (Venezia) e ovviamente Skiribiz (Codroipo).

Compagnia Begherè

Un incontro, a cui ‘Ratatuie – Teatro di strada’, che organizza l’evento, tiene molto. È infatti un modo per far capire a tutti quanto: “La realtà del circo stia cambiando, stia assumendo nuove forme e i tendoni – ha spiegato Adriana Parisi, di Ratatuie – aprono le porte a nuove discipline (che agli animali ammaestrati hanno sostituito le persone). Il rinnovamento del circo porta con sé anche riflessioni in merito al suo valore di ‘medium’ nella socialità. Il circo rappresenta un punto di incontro tra arte performativa e gioco, come spazio dedicato a piccoli e grandi artisti per crescere, educare ed educarsi, credere in sé stessi, maturare, sviluppare abilità motorie, trovare il proprio spazio in un gruppo, stare bene con sé stessi che con gli altri. Le scuole di circo contemporaneo offrono anche questo – ha concluso -. Uno spazio di rispetto reciproco, di condivisione, di confronto ben lontano dall’ansia di prestazione che dilaga nella nostra società. Perché come ricordava Claudio Madia, ‘la vera intelligenza è continuare a sapere giocare e a stupirsi anche da adulti’”.

La tre-giorni si chiuderà con lo spettacolo (ingresso gratuito) di Skiribiz, scuola di circo di Codroipo, nata nel 2012. In caso di maltempo, tutti gli eventi previsti ai campetti si svolgeranno all’Ottagono.

L’evento, organizzato da Ratatuie – teatro di strada, ha il patrocinio del Comune di Codroipo, il sostegno di BancaTer e de L’orto delle api. È stato organizzato con la collaborazione della scuola di circo Skiribiz, l’associazione culturale Ottagono, Flabby Face e Fiab Codroipo – Amici del pedale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!