Club Kristalia: lo swing di Django torna a stregare

1 Aprile 2018

PRATA. Chi non conosce la musica di Django Reinhardt? Il suo swing gipsy e la sua figura sono una leggenda: anche per l’ascoltatore meno esperto! Di lui ci è rimasta un’eredità profondissima, che ha influenzato e continua a influenzare numerosi musicisti. Tra questi, Carmelo Tartamella che nel 2003, a 50 anni esatti dalla scomparsa di Django, ha addirittura fondato il Django’s Clan col quale oggi si esibisce in formazione coi migliori musicisti della scena italiana.

Carmelo Tartamella sarà ospite del Club Kristalia giovedì 5 aprile dalle 21 per uno dei live più attesi della stagione della nuova venue della musica live. Con ingresso libero, la serata sarà occasione preziosa per scoprire la sua arte raffinata, capace di raggiungere alte vette di virtuosismo sia come solista che in ensemble col Django’s Clan, e che non si limita a interpretare l’estetica musicale Manouche – lo stile tipico delle band gitane dove trovano massima espressione gli strumenti a corda -, ma anzi si spinge oltre per studiare il linguaggio di Reinhardt, scoprirne le radici jazz, farlo dialogare con lo swing e coi diversi stili del jazz.

Per partecipare è consigliabile prenotare scrivendo a info@clubkristalia.it o chiamando 3316508510. L’ingresso è garantito fino a esaurimento dei posti disponibili.

Django’s Clan
Il trio si esibisce da dieci anni nei più importanti clubs e festival italiani. È del 2004 il primo tour all’estero che tocca Zurigo, Wiesbaden e Stoccarda, dove suona per David Reinhardt, nipote di Django. Dal 2006 il gruppo è ospite fisso del locale “New Orleans” (storico club romano noto a Renzo Arbore e Lino Patruno). Nell’ottobre 2007, si esibisce in veste di rappresentante italiano di musica gipsy a Vienna. Risale al 2005 la pubblicazione del primo album intitolato “Swing, swing, swing, Django’s clan suona la musica di Fabio Turchetti”, con musiche originali del compositore cremonese. Nel settembre 2007 termina la registrazione del secondo lavoro in studio del Django’s Clan, uscito nell’estate 2008 e intitolato “La strada del tabacco”.

Nello stesso periodo il gruppo a Monte Porzio Catone partecipa al festival internazionale di musica Manouche, in occasione del quale registra un nuovo album con la partecipazione di Luca Velotti. Viene pubblicato “Swing from Rome”. Nel 2010 il trio comincia a collaborare con Enrico Comaschi alla chitarra ritmica e con Luca Campioni al violino, diventando quindi un quintetto, che ricalca la formazione originale dell’ Hot club de France di Django Reinhardt. Il 2011 vede l’uscita del quarto album con questa nuova formazione, un live al teatro Bibiena di Mantova nell’ottobre del 2010. All’interno dello stesso festival il gruppo collabora con gli artisti manouche Mandino Reinhardt e Boulou Ferrè.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!