Classe di ferro: tre anziani sul problema dell’età

13 Febbraio 2017

MANIAGO. Unica tappa nel circuito ERT per Classe di ferro, il testo più rappresentato di Aldo Nicolaj. Lo spettacolo, interpretato da Paolo Bonacelli, Valeria Ciangottini e Giuseppe Pambieri, andrà in scena mercoledì 15 febbraio alle 20.45 al Teatro Verdi di Maniago per la stagione di prosa promossa da Comune ed ERT.

Classe di ferro è stata scritta nel 1971 dopo una lettura del saggio di Simone de Beauvoir La terza età. Accolto con un certo scetticismo dal mondo del teatro, che all’epoca sembrava poco propenso a mettere in scena tre anziani che si confrontano sul problema dell’età, il testo ha conosciuto un grandissimo successo internazionale. Dopo una prima rappresentazione a Budapest nel 1974, il testo è andato in scena in numerosi paesi, dalla Russia alla Francia, dall’Austria alla Repubblica Ceca, ed è stato tradotto in molte lingue. Per questa edizione il regista Giovanni Anfuso ha voluto tre attori che hanno fatto la storia del teatro italiano come Paolo Bonacelli, Valeria Ciangottini e Giuseppe Pambieri che è di casa a Maniago dove può vantare anche un fan club.

La vicenda è ambientata in un giardino pubblico di una grande città. Protagonisti sono tre anziani – Libero Bocca, Luigi Lapaglia e Ambra – che si sono conosciuti casualmente durante le loro quotidiane passeggiate. I loro caratteri sono assolutamente differenti – aggressivo e riottoso quello di Bocca, docile e remissivo quello di Lapaglia, angelico e sognatore quello di Ambra – e consentono all’autore di creare un affresco del mondo degli anziani, un mondo apparentemente semplice e spensierato, ma, in realtà, carico di malinconie, passioni violente, aspettative impossibili, delusioni profonde, timori e insicurezze.

Per paura di venire abbandonati in un ospizio Bocca e Lapaglia progettano una fuga in piena regola, una sorta di evasione dalla grande città, tagliando tutti i ponti con il loro passato per approdare in un piccolo paese di provincia, una sorta di terra promessa dove poter finalmente conseguire quella felicità cui hanno sempre teso ma che non hanno mai conseguito. Il finale riporterà tutti, personaggi e spettatori, alla realtà di una società dove i sogni sembrano non poter avere cittadinanza. Classe di ferro è una parabola sulla terza età, una commedia che sollecita riflessioni sul ruolo e sullo spazio dell’anziano nella nostra società. Un testo che, alternando leggerezze e ingenuità con alcuni momenti di profonda commozione, lascia una traccia profonda nello spettatore.

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando l’Ufficio Turistico di Maniago (0427 709063).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!