Il cjant dai ucei, concerto tra musica e natura ai Colonos

16 Agosto 2016

LESTIZZA. Nuovo appuntamento, di notevole valenza musicale, quello di Giovedì 18 agosto alle 19, a Villacaccia di Lestizza, Ai Colonos (in caso di maltempo Auditorium Comunale di Lestizza) per il ciclo di concerti itineranti Musica in Villa. Sarà eseguito IL CJANT DAI UCEI dall’Ultramarine trio, con Daniele D’Agaro clarinetti, Denis Biason chitarra acustica e Saverio Tasca marimba – percussioni, con il sostegno di Camillo Prosdocimo, campione europeo del chioccolo (imitazione del canto degli uccelli).

Si tratta di un’esperienza musicale esclusiva e mai sentita prima. Una suite musicale all’ora del tramonto in cui il trio musicale crea un ponte tra musica e natura, avvalendosi degli straordinari canti del merlo, del tordo bottaccio, dell’allodola eseguiti Camillo Prosdocimo. Al canto degli uccelli, gli strumenti musicali rispondono e creano variazioni, immergendoci un mondo musicale tutto nuovo e da scoprire.

Daniele D'Agaro

Daniele D’Agaro

Daniele D’Agaro ha iniziato la sua attività musicale nel 1979 con la Mitteleuropa Orchestra. Ha vissuto a Berlino e ad Amsterdam, dove ha lavorato con i gruppi più rappresentativi della scena olandese ed internazionale. Ha fatto parte di numerose formazioni, fra cui: J. C. Tans Orchestra, Sean Bergin’s MOB e Frankie Douglas’ Sunchild. Nel 1989 ha formato il trio Lingua Franca, con cui si è esibito nella tournee Cosmic dialects. Negli anni ‘90 ha dato vita a Hidden Treasures, un progetto dedicato ai manoscritti musicali inediti di Don Byas scoperti nell’Archivio del Jazz di Amsterdam. Nel 1998 ha realizzato il CD Gentle Ben. Nel giugno 2002 ha registrato l’album live Strandjutters. Dal 2003 dirige The Adriatics Orchestra. Nel 2006 ha formato un duo con il pianista Alexander von Schlippenbach, con il quale ha inciso il disco Dedalus. Nel 2007 è uscito il suo Live CD Comeglians, che si è piazzato al terzo posto come miglior CD dell’anno, mentre l’artista ha vinto il referendum della critica Top Jazz quale miglior sassofonista e clarinettista italiano, titolo confermato anche per l’anno 2008. Nel 2014 ha registrato il CD Ultramarine con i Madeira Blue (Daniele D’Agaro, Denis Biason, Luigi Vitale).

Denis Biason ha conseguito il diploma in chitarra classica studiando in forma privata. Si è laureato in Architettura all’Università di Venezia. Come chitarrista jazz, ha partecipato ad importanti e prestigiosi seminari all’Umbria Jazz e al Ravenna Jazz, mentre, nell’ambito della musica flamenca, ha collaborato con il celebre chitarrista madrileno Juan Carmona, con il quale ha effettuato una tournée in Messico. La sua attività concertistica in veste di solista classico lo ha portato a collaborare con diverse formazioni da camera, esibendosi, tra le altre, con l’Italian Serenissima Melody Orchestra a Taiwan. Ha suonato per l’ambasciata italiana in Praga ed ha partecipato a numerose tournée in Yugoslavia. Collabora con prestigiosi musicisti tra cui: Mauro Negri, Paolino Dalla Porta, Massimo Manzi, Robert Bonisolo, David Boato. Ha composto musiche per i teatri Goldoni di Venezia e Verdi di Padova, oltre a comporre brani per documentari e trasmissioni radiofoniche per la Rai di Trieste e Koper Capodistria.

Saverio Tasca, oltre al vibrafono e alla marimba, suona la batteria jazz e il pianoforte. Si è diplomato in strumenti a percussione al conservatorio di Vicenza, perfezionandosi allo Sweelinck Conservatorium di Amsterdam e frequentando i seminari all’Umbria Jazz. Si è distinto in diversi concorsi nazionali per percussionisti (primo classificato al Summertime in Jazz di Pratodel 1995). Ha collaborato con diversi artisti, come: Naco, Franco D’Andrea, David Friedman, Dave Samuels, Harold Danko, Claudio Fasoli, Paolino Dalla Porta, Glenn Ferris, Andy Scherer, Giovanni Maier, Tino Tracanna, Paolo Birro, Furio di Castri, Marco Paolini, Ivano Fossati, Jovanotti, Paolo Fresu. Ha suonato con numerose orchestre, fra cui: Orchestra del Teatro La Fenice, Krasnoyarsk Chamber Orchestra, Tammittam Percussion Ensemble. È attivo come compositore e scrive per diverse ensembles. Oltre che nei più importanti festival in Italia, ha suonato in tutta Europa e Sud Africa. È docente al conservatorio di Verona e coordinatore didattico in diverse scuole di musica jazz. Ha all’attivo numerosi CD.

Camillo Prosdocimo, noto chioccolatore, lo scorso aprile 2015, a Siviglia, in Spagna, ha conquistato il titolo di campione a livello europeo di questa antica e affascinante attività. L’arte del chioccolare consiste nell’abilità di imitare il canto degli uccelli attraverso un antico strumento, il chioccolo, appunto.

Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Colonos ed è inserito in Avostanis 2016.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!