Cittadini senza scettro, ovvero le riforme sbagliate

10 Settembre 2016

ZUGLIANO. Lunedì 12 settembre alle 20.30 – nella Sala Mons. Luigi Petris del Centro Ernesto Balducci, a Zugliano – si svolgerà il dibattito CITTADINI SENZA SCETTRO – LE RIFORME SBAGLIATE, incontro con Gianfranco Pasquino, professore emerito di Scienza Politica all’Università di Bologna. Introducono Pierluigi Di Piazza e Gianpaolo Carbonetto.

pasquinoGianfranco Pasquino, considerato tra i massimi esperti di scienza politica a livello internazionale, osserva da sempre con sguardo acuto lo stato della democrazia e delle istituzioni su cui dovrebbe poggiare il nostro Paese. Le analisi che ne derivano sono sempre lucide e chiare e hanno il pregio di aprire lo sguardo su panorami anche inattesi, che riescono a farci comprendere i reali problemi del nostro Paese, quelli che sono alla base di scelte non sempre giuste e spesso incapaci di mettere riparo a storture e contraddizioni che insidiano la nostra salute democratica. Non poteva restare indifferente al dibattito che si sta sviluppando sulla riforma costituzionale e, infatti, ha scelto decisamente la parte da sostenere, ma rifuggendo da slogan precostituiti e costruendo, invece, analisi che si basano su conoscenze giuridiche e politologiche approfondite e comparate e che offrono, in maniera lucida e brillante, gli elementi necessari per capire davanti a quali scelte ci troveremo di fronte tra un paio di mesi.

Laureatosi in Scienza Politica con Norberto Bobbio e specializzatosi in Politica Comparata con Giovanni Sartori, è stato protagonista di una carriera universitaria che l’ha portato a insegnare anche nelle Università di Firenze, Harvard, della California a Los Angeles, e alla School of Advanced International Studies di Washington. Professore di Scienza politica nell’Università di Bologna dal 1969 al 2012, è stato nominato Emerito nel 2014; Dal 1976 è professore di European Studies alla Johns Hopkins University. Ha diretto dal 1980 al 1984 la rivista Il Mulino e, dal 2001 al 2003, la Rivista italiana di scienza politica. Nel triennio 2010-2013 è stato Presidente della Società Italiana di Scienza Politica. Nel 2005 è stato eletto Socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Dal 2011 fa parte del Consiglio Scientifico dell’Enciclopedia Italiana. È stato Senatore della Repubblica dal 1983 al 1992 e dal 1994 al 1996 per la Sinistra Indipendente e per i Progressisti. A lungo editorialista per Il Sole 24 Ore, la Repubblica e l’Unità, attualmente collabora con l’Agenzia Giornali Locali, l’agenzia di stampa delle testate locali del Gruppo Editoriale L’Espresso.

La conferenza è svolta in collaborazione con il Comitato Friuli Democrazia Costituzionale e con il Gruppo DemocraticaMente.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!