Circo e musica ovunque Muja Buskers Fest entra nel vivo

24 Agosto 2018

La Sbrindola

MUGGIA. Artisti di circo, giocolieri, clown, funamboli, musicisti sui generis, street bands e laboratori circensi per bambini e ragazzi. Fantasia al potere con la seconda edizione del Muja Buskers Festival, che dopo l’inaugurazione di venerdì 24 agosto proseguirà per l’intero weekend, sabato 25 e domenica 26, trasformando il centro storico di Muggia in un mondo parallelo in cui domina l’immaginazione e la magia del circo contemporaneo e del teatro di strada. Gli spettacoli si terranno anche in caso di maltempo. In caso di pioggia intensa saranno ospitati all’interno del Teatro Verdi di Muggia.

Otto le postazioni individuate all’interno della cittadina rivierasca per ospitare le performance di artisti e musicisti, che inizieranno alle 17 e terranno banco fino a mezzanotte, con le esibizioni di band e musicisti itineranti a fare da collante tra un palcoscenico e l’altro. Nel pomeriggio si terranno anche i laboratori circensi per bambini e ragazzi a cura della scuola Circ’opificio: sono aperte le iscrizioni online sul sito ma ci si potrà iscrivere anche in loco fino a esaurimento posti. E per gli appassionati di artigianato in Piazza Repubblica dalle 17 alle 24 il Mercatino targato Muja Buskers.

Michele e Francisca

Oltre a Piazza Marconi, che quest’anno ospiterà lo spettacolo clou del festival, “Naufragata”, a cura della compagnia Circo Zoé (in programma alle 21.30 di sabato 25 e alle 21 di domenica 26), vi saranno spettacoli in piazza Caliterna, piazzetta Cul de Nave, Largo Nazario Sauro, via Roma, piazza Repubblica, Calle Pancera e davanti alla Biblioteca comunale. Sabato 25 dalle 17 alle 19 il Muja Buskers farà un’incursione anche all’interno del Montedoro Shopping Center, main sponsor del festival, con l’esibizione di Caterina Fort, maestra della corda aerea, e un concerto affidato ai Techno Viking, coinvolgente street band croata che propone i più celebri pezzi storici della musica techno in versione acustica, con quattro sassofoni e una batteria.

Questi artisti e performer si trasferiranno quindi, insieme a tutti gli altri, nel centro storico di Muggia, per gli spettacoli a cielo aperto che li vedranno alternarsi con doppie esibizioni per ogni giornata, per offrire al pubblico ardite prove di equilibrismo, incredibili performance acrobatiche incuranti della forza di gravità, storie magiche la cui narrazione è affidata a corpi in movimento, risate per grandi e piccoli. Ogni artista catapulterà gli spettatori nel proprio personalissimo mondo immaginario, un universo fatto di strani personaggi, in cui reale e irreale si mischiano e si confondono. Ci sarà la curiosa coppia de La Sbrindola, composta da un giocoliere e un batterista, di cui Michele Salvemini, in arte Caparezza, dice: “Ho conosciuto i ragazzi della Sbrindola durante le riprese di un mio videoclip. Sono dei pazzi scatenati che hanno la creatività straboccante di Zappa e l’energia devastante dei Sex Pistols. Se volete potete chiamarli semplicemente artisti di strada, a patto che la strada in questione sia su Marte”.

Circo Pacco

Ci saranno, ancora, i due irresistibili acrobati e clown di Circo Pacco, che con il loro “100% Paccottiglia” si sfideranno con numeri al limite del ridicolo, tra piogge di pop-corn, eccentriche acrobazie, improbabili animali, sacchetti e parrucche indomabili. Da non perdere anche la coppia spagnola Michele & Francisca, con il loro circo contemporaneo abbondantemente cosparso di farina e Luca Tresoldi, acrobata e giocoliere, musicista e poeta. Ma sarà piazza Marconi, centro nevralgico della città, a ospitare lo spettacolo che farà da asse portante del festival: su una scenografia alta otto metri si esibiranno in uno strabiliante spettacolo della durata di un’ora i Circo Zoé, compagnia francese composta da otto straordinari artisti.

Sabato 25 dalle 19.30 alle 21.30 il centro storico di Muggia riecheggerà delle note dei Techno Viking, che in un’esibizione itinerante abbracceranno con la loro musica tutta la città. Dopo di loro, alle 22.45, in piazza Caliterna, altro concerto pensato per far scatenare il pubblico con canti e balli: protagonista la Maxmaber Orkestar, che proporrà il suo repertorio di musiche tradizionali dell’Europa orientale e del Mediterraneo. E domenica 26 si replicherà con la stessa formula, a partire dalle 17.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!