Cinemazero (40 anni) fa festa e pensa al futuro delle sale

23 Marzo 2018

ssst… c’è Sergio Leone in sala

PORDENONE. Domenica 25 marzo Cinemazero festeggerà i suoi primi 40 anni con una giornata di immersione nel mondo del cinema. Si inizia infatti alle 11 a Palazzo Badini con una tavola rotonda dal titolo eloquente: Dove va il cinema? Il futuro della sala cinematografica in città, in cui interverranno Gianluca Farinelli (direttore Cineteca di Bologna), Thomas Bertacche (CEO della Tucker Film e del Centro Espressioni Cinematografiche), Sonia Ragone (Coordinatrice per l’Italia di Europa Cinemas) e Andrea Occhipinti (Presidente Distributori ANICA) per dare il proprio punto di vista sui “prossimi 40 anni” tra sfide, criticità e nuove opportunità (ingresso libero). In un mercato in costante e rapidissima evoluzione, sempre più affollato di nuovi competitors, la riflessione punta ad individuare le prospettive della sala d’essai, i cambiamenti possibili e su quelli necessari – sia nella struttura che nella programmazione – con un doppio sguardo, sia al contesto italiano che a quello europeo.

Nel pomeriggio invece, a partire dalle 14.30, è previsto un fitto programma che si snoda tra anteprime esclusive (The Silent Man di Peter Landesman (addirittura anteprima nazionale, alle 17.15), La melodie di Rachid Hami (ore 15.45-20.45), Charley Thompson di Andrew Leigh (16.45-21.30) e Tonya di Craig Gillespie (16.45-21.15)) e grandi classici legati alla storia di Cinemazero, come il primo film proiettato al CRAL di Torre, Gangster Story di Arthur Penn (15.00); Daunbailò di Jim Jarmusch (ore 14.45), negli annali di Cinemazero per un messaggio in segreteria telefonica di Roberto Benigni, che si spese personalmente per dare vita a una serata di sostegno; e i film legati ai nomi in lizza per battezzare la nuova IV sala: Ciao Federico, realizzato dall’amico Gideon Bachmann con materiali custoditi nell’Archivio di Cinemazero (alle 14.30); Tiger’s Coat di Roy Clements con la mitica Tina Modotti come protagonista e l’accompagnamento dal vivo di Bruno Cesselli (ore 17.45); e A qualcuno piace caldo di Billy Wilder, con la divina Marilyn Monroe, a cui nel 1992 venne dedicata una mostra che fece conoscere l’archivio in ogni dove.

Inaugurazione IV sala (Foto Elisa Caldana)

Alle 19.30 un vero e proprio brindisi – generosamente offerto dalla delegazione FVG dell’Associazione Le donne del vino – durante il quale verrà anche annunciato il nome che il pubblico, tramite sondaggio, ha scelto per la IV sala. Si finirà alle 21 con l’immancabile intervento della Zerorchestra, che musicherà il classico della risata Seven Chances con Buster Keaton (anche lui nella rosa dei nomi proposti al sondaggio).

L’ingresso è singolo per ciascuna proiezione (con CinemazeroCard 4€ – pubblico 6€) e i biglietti sono acquistabili anche in prevendita senza costi aggiuntivi in cassa, in Mediateca e online: www.cinemazero.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!