Cinema sperimentale: ancora posti disponibili a Gorizia

18 Marzo 2019

GORIZIA. Ultimi giorni per le iscrizioni (ancora alcuni posti disponibili) al progetto educativo “Sperimentare per esprimersi” che il Kinoatelje realizzerà a Gorizia a partire dal 21 marzo con l’obiettivo di avvicinare il mondo della scuola al ricco linguaggio del cinema sperimentale. Questo genere di cinema è stato scelto per la sua capacità di suscitare nello spettatore una certa libertà nel pensare e nel sentire, inducendolo ad una visione attiva e a maturare uno stile di comprensione critico e non convenzionale. “Sperimentare per esprimersi” è stata finanziato per queste finalità nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola con il sostegno del Miur – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – e del MiBac – Ministero della Cultura in Italia. Solo tre progetti, in Friuli Venezia Giulia, hanno potuto godere di questo tipo di finanziamenti.

Il primo evento, rivolto ai docenti, è la conferenza di giovedì 21 marzo alle 16 nella Mediateca “Ugo Casiraghi” di Gorizia. A intervenire sarà un esperto di archivi cinematografici, Mirco Santi (Associazione Home Movies- Bologna), il quale svelerà tutti i segreti della creazione, la conservazione e il riutilizzo di registrazioni cinematografiche in formati ridotti (8mm, super 8mm e 16mm). Sono formati particolarmente adatti per un uso creativo, spesso utilizzati nei film sperimentali europei e americani del Dopoguerra.

Sabato 23 marzo dalle 10 alle 13 nella stessa Mediateca si svolgerà un laboratorio di disegno su nastro cinematografico, consigliato a tutti coloro che parteciperanno alla prima conferenza. Sarà un laboratorio dove verranno colorate delle pellicole in 16mm. Il risultato verrà proiettato al cinema e sarà oggetto di un dibattito. Il laboratorio è gratuito ed è rivolto a giovani di tutte le età, previa iscrizione via mail (press@kinoatelje.it).

Condividi questo articolo!