Chiusa subito dopo l’apertura la mostra su Malkovich x 3 prorogata fino al 2 maggio 21

1 Dicembre 2020

John Malcovich

TRIESTE. È stata prorogata fino al 2 maggio 2021 la mostra Malkovich, Malkovich, Malkovich. Homage to Photographic Masters del fotografo americano Sandro Miller, a cura di Anne Morin e Simona Cossu, presentata per la prima volta in Italia al Magazzino delle Idee di Trieste. L’esposizione è organizzata dall’Ente regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia – Erpac Fvg, in collaborazione con diChroma Photography, La Chrome di Madrid e la Galleria Fifty One di Anversa.

La mostra – chiusa subito dopo l’inaugurazione avvenuta a fine ottobre a causa dell’emergenza sanitaria – sarà visitabile fino alla prossima primavera a partire dalla nuova apertura, ancora da definire in base alle disposizioni governative nazionali. Una decisione voluta da Erpac visto il successo mediatico riscontrato nel primo mese, per dare al pubblico la possibilità di visitare l’esposizione dal vivo e ammirarne le straordinarie fotografie e i video che caratterizzano il progetto fotografico di Sandro Miller, omaggio a trentaquattro maestri della fotografia, fra cui Albert Watson, Annie Leibovitz, Bill Brandt, Diane Arbus, Herb Ritts, Irving Penn, Pierre et Gilles, Richard Avedon e Robert Mapplethorpe. In ognuno degli scatti, John Malkovich impersona infatti il soggetto di una celebre fotografia, trasformandosi di volta in volta in Marilyn Monroe, Salvador Dalì, Mick Jagger, Muhammad Alì, Meryl Streep, John Lennon e Yoko Ono, Andy Warhol, Albert Einstein, Ernest Hemingway e in molti altri personaggi.

Ogni opera riproduce in tutti i dettagli le fotografie prese a modello esaltando le doti camaleontiche e la capacità mimetica di Malkovich, così che egli di volta in volta muta non solo espressione, ma anche sesso e età divenendo uomo o donna, anziano o bambino, sensuale o enigmatico, cupo o gioioso.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!