Chamber Music: la Stagione dei concerti dal 22 gennaio

6 Gennaio 2018

TRIESTE. Sempre più internazionale, sempre più emozionante la Stagione Cameristica dell’Associazione Chamber Music Trieste, forte di 15 grandi concerti per un imperdibile cartellone 2018 di scena al Teatro Verdi di Trieste – Sala Ridotto Victor De Sabata, dal 22 gennaio al 10 dicembre. “Emozione e razionalità” titola il leitmotiv chiamato a scandire la programmazione diretta dalla musicologa Fedra Florit, articolata in una tranche inverno – primavera con 8 concerti, e nel Festival Pianistico “Giovani interpreti e grandi Maestri” che ad autunno precederà la 19 ^ edizione del Concorso internazionale “Premio Trio di Trieste” dedicato alla composizione con il Giampaolo Coral Award e il consueto Concerto di Natale.

Abbonamenti e biglietti già acquistabili presso Ticket Point – Trieste, Corso Italia 6/c – tel. 040 3498276. La Stagione 2018 di Chamber Music è realizzata in collaborazione con il Comune di Trieste – Assessorato alla Cultura e con la Regione. Partner per la concertistica sono Banca Mediolanum, ITAS Assicurazioni, Suono Vivo – Padova e Zoogami, mediapartner Il Piccolo e la Rai che riprenderà i concerti in cartellone. INFO: Associazione Chamber Music, tel. 040.3480598, www.acmtrioditrieste.it

Il Direttore artistico di Chamber Music, Fedra Florit, ha selezionato molti dei migliori Ensemble sulla scena musicale europea: “a inaugurare la Stagione 2018 – spiega – sarà infatti, lunedì 22 gennaio, il Duo internazionale Suyoen Kim violino e Dong-Hyek Lim pianoforte, e seguiranno grandi protagonisti. Ma c’è l’aspetto legato alla razionalità da considerare – aggiunge Florit -. Dal 2017 al 2018 i costi dell’affitto della Sala Ridotto sono lievitati di ben 7 mila euro, passando da 1.300 a 1.800 euro per ogni concerto, quindi a oltre 25 mila euro complessivi per una Sala che ha una capienza 200 posti. Si tratta purtroppo di un limite notevole che assorbe interamente il contributo ministeriale: proseguiremo con la passione di sempre, confidando in un’evoluzione di supporto al nostro progetto musicale”.

Un ritratto, un dialogo finissimo: F. Schubert è il filo rosso del concerto inaugurale, lunedì 22 gennaio, affidato a due artisti pluripremiati e in grande ascesa insieme. Primo premio al Concorso Internazionale di violino “Leopold Mozart” di Augsburg e Primo premio al Concorso Internazionale “Joseph Joachim” di Hannover per la violinista Suyoen Kim; affermazione nel Concorso Chopin per giovani pianisti a Mosca, al Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” nel 2000 e al Concorso Internazionale di pianoforte di Hamamatsu (Giappone) per il pianista Dong-Hyek Lim.

Il secondo concerto dell’anno alzerà il sipario sui prestigiosi Cameristi di Santa Cecilia lunedì 19 febbraio: in formazione per flauto e Quartetto d’Archi con La felicità inventiva si esibiranno su musiche di Mozart, Boccherini e Reicha.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!