Un viaggio… a scatti sulla Sacile-Gemona: concorso foto

4 Maggio 2016

MONTEREALE. ll Circolo d’arte e di cultura “Per le antiche vie” di Montereale Valcellina ha organizzato un Concorso Fotografico – intitolato Un viaggio… a scatti – dedicato alla linea ferroviaria pedemontana Sacile-Gemona. Il concorso termina domenica 19 giugno: nel sito web del Circolo sono in linea tutti i documenti necessari per informarsi, iscriversi e spedire le fotografie. Al concorso hanno aderito in vari modi molti enti regionali, fra i quali tutti i Comuni che hanno stazioni/fermate sulla linea.

ferrovia sacile-gemonaSi parla tanto in questo periodo della linea ferroviaria Sacile-Gemona, diventata un argomento di grande attualità, con discussioni a tutti i livelli: regionale, provinciale, comunale e perfino nazionale. Questo ne dimostra l’importanza e l’interesse, da tanti punti di vista. Anche il Circolo “Per le antiche vie” si aggiunge a tutti quelli che di questa opera non si vogliono dimenticare, nei modi e con gli strumenti che gli sono congeniali: con l’arte e la cultura, questa volta declinate attraverso un originale omaggio fotografico. 75 km di linea ferroviaria che toccano ambienti naturali e paesaggi di notevole fascino, anche molto diversi tra loro. Siti storici legati alla Grande Guerra o paesi testimoni della migrazione avvenuta nel ‘900, quando molti nostri conterranei prendevano il treno della Pedemontana per cercare fortuna in Italia o all’estero. Più recentemente la linea è stata utilizzata da studenti e lavoratori pendolari e ancora oggi rappresenta una presenza significativa nel paesaggio e nella memoria degli abitanti della zona. La linea, oltre a collegare la pianura di Sacile con Gemona e i relativi collegamenti nazionali e internazionali che da lì si dipartono, rappresenta anche la porta di accesso a valli montane di grande interesse turistico.

Inaugurata il 28 ottobre 1930, questa linea ferroviaria ci racconta una storia fatta di uomini, paesaggi, eventi. Ora, in alcuni punti rimane solo ruggine, gramigna e tanti ricordi. Lo scorrere del tempo e l’abbandono possono aver nascosto tante cose, tante storie. E allora ripercorriamo questo itinerario con un treno immaginario e fermiamoci ad ammirare e riscoprire interessanti luoghi del nostro territorio. Oltre agli obiettivi più diretti del concorso, l’iniziativa intende ricordare la grandiosità delle infrastrutture costruite lungo tutto il percorso, che hanno reso servizi molto utili alla comunità per tanti decenni, con un impatto sull’ambiente molto limitato, a differenza di quanto oggi spesso succede. Lungo la ferrovia Pedemontana s’incontrano opere, soprattutto monumentali ponti in pietra, da portare ad esempio delle capacità di progettazione, nonché di bellezza estetica e architettonica.

“Un viaggio… a scatti – Stazioni e paesaggi sulla Sacile-Gemona” vuole raccontare tutto questo. Un concorso fotografico che permetta al fotografo non solo di scoprire o riscoprire la linea ferroviaria della Pedemontana ma anche di far diventare le stazioni e le loro aree di pertinenza – i binari, i ponti, le altre infrastrutture e i paesaggi circostanti – simboli del viaggio. Una mostra fotografica per ricordare la linea ferroviaria Sacile-Gemona e allo stesso tempo accompagnare il visitatore in questo nuovo viaggio molto originale, ma anche l’occasione per presentare video, foto storiche, opere pittoriche, eventi collaterali, per raccontare quanto sia importante osservare e non dimenticare il nostro passato.

Il concorso fotografico promosso dal Circolo d’Arte e Cultura “Per le Antiche Vie”, attraverso un progetto sviluppato da un Comitato Organizzatore appositamente costituito (Vittorio Comina presidente del Circolo “Per le antiche vie”, Romina De Lorenzi e Marco Marcuz soci del Circolo “Per le antiche vie”, Tito Pasqualis storico, Silvano Alzetta ex dirigente della linea Sacile-Gemona), intende valorizzare, attraverso gli scatti dei partecipanti, il territorio sul quale passa la linea ferroviaria Sacile-Gemona. Le fotografie avranno lo scopo di mettere in evidenza luoghi abbandonati e allo stesso tempo di descrivere l’ambiente e la storia che li circonda (piste ciclabili, aree naturalistiche e archeologiche, monumenti, parchi, musei, piazze, borghi…). Lo scopo pratico invece è quello di creare un archivio fotografico di questo territorio, non solo per il Circolo ma anche a disposizione dei Comuni interessati (Sacile, Polcenigo, Budoia, Aviano, Montereale Valcellina, Maniago, Fanna, Cavasso Nuovo, Meduno, Travesio, Castelnovo del Friuli, Pinzano, Vito d’Asio, Forgaria nel Friuli, San Daniele del Friuli, Majano, Osoppo, Gemona del Friuli); delle Province di Pordenone e Udine; della Regione Friuli Venezia Giulia e di PromoTurismo FVG.

Il Circolo ha inoltre coinvolto altri partner che in vari modi potranno contribuire all’organizzazione e al successo del progetto (Museo Ferroviario di Campo Marzio di Trieste, CRAF, Fondazione Crup, Legambiente, Comunità Montane del Friuli Occidentale e del Gemonese, Ecomusei Delle acque del gemonese e Lis Aganis, Pro Loco, Associazioni di settore, specialisti, storici, studiosi, appassionati, ex dipendenti della linea, aziende…). La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti i fotografi maggiorenni professionisti o amatori, a ciascuno dei quali vengono richieste 5 fotografie a colori recenti o realizzate ad hoc per il concorso (3 inerenti alla linea ferroviaria con le aree e le strutture di pertinenza e 2 all’ambiente circostante).

Condividi questo articolo!