Il casellante con Moni Ovadia da un romanzo di Camilleri

12 Febbraio 2017

MONFALCONE. La stagione di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, martedì 14 e mercoledì 15 febbraio alle 20.45, con l’atteso Il casellante, lo spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Camilleri che vede protagonista Moni Ovadia e che ha debuttato al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel giugno 2016. Prodotto da Promo Music e Teatro Carcano insieme al Comune di Caltanissetta, lo spettacolo vede in scena, al fianco di Moni Ovadia, Valeria Contadino e Mario Incudine e, a eseguire dal vivo musiche e canzoni, Antonio Vasta e Antonio Putzu. Dopo il successo delle trasposizioni per il teatro de Il birraio di Preston e La concessione del telefono, Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale, che firma anche la regia e le scene, tornano nuovamente insieme per proporre al pubblico una nuova avventura tratta dai racconti del popolare scrittore siciliano, una vicenda affogata nel mondo mitologico di Camilleri, che vive di personaggi reali ma trasfigurati dalla sua fantasia.

Il casellante è, fra i testi di Camilleri, uno dei più struggenti e divertenti del ciclo cosiddetto “mitologico”. Dopo Maruzza Musumeci e prima de Il sonaglio, l’opera disegna i tratti di una Sicilia al contempo arcaica e moderna, comica e tragica, ferocemente logica e paradossale. Parla di una metamorfosi che passa attraverso il dolore della maternità negata e della guerra. Ma è anche una narrazione in musica, divertita e irridente, del periodo fascista nella Sicilia degli anni Quaranta. Personale, originalissima e sperimentale, la lingua di Camilleri calca e ricalca, in una teatralissima sinfonia di parlate, una meravigliosa “sicilitudine”, tra neologismi e modi di dire mutuati dal dialetto e rielaborati in chiave colta. Al debutto e alle prime repliche (la tournée è cominciata a gennaio), il pubblico ha applaudito con calore tutta la compagnia e in particolare Moni Ovadia – disinvolto nel passare dal ruolo centrale di narratore a ruoli secondari, come quelli della buffa mammana, del giudice e del barbiere –, Valeria Contadino, intensa Minica, e Mario Incudine, al cui estro compositivo si devono le incalzanti musiche di scena.

Nell’ambito della rassegna “Dietro le quinte”, mercoledì 15 febbraio, alle 19 al Bar del Teatro, Moni Ovadia incontrerà il pubblico; conduce l’incontro Mario Brandolin. Biglietti in vendita presso: Biglietteria del Teatro, Biblioteca Comunale di Monfalcone, ERT di Udine, prevendite Vivaticket e on line su www.vivaticket.it; la Biglietteria del Teatro accetta prenotazioni telefoniche (0481 494 664).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!