Casarsa, non solo vino anche cultura: il Glisiùt e land art

26 Aprile 2019

CASARSA. Dopo il positivo avvio durante il ponte del 25 aprile, prosegue a Casarsa la 71ma Sagra del Vino. Il fine settimana del 27 e 28 aprile, tra le altre cose, sarà dedicato principalmente alla riscoperta del patrimonio artistico locale e alla land art e valorizzazione dei giardini. Il primo aspetto è rappresentato dall’antica Chiesa di Santa Croce, nominata affettuosamente Glisiùt e i cui affreschi, realizzati da Pomponio Amalteo genero de Il Pordenone, sono un simbolo della comunità casarsese ed erano inoltre tanto amati da Pasolini (qui si trova anche la lapide che ispirò il dramma teatrale i Turcs tal Friûl).

Il Glisiùt e parte degli affreschi

Per conoscere più da vicino la bellezza artistica e storica de Il Glisiùt e promuovere la raccolta fondi legata al suo recupero sono state organizzate delle visite guidate durante la Sagra in quattro giornate diverse. La prima sabato 27 aprile alle 16, la seconda domenica 28 aprile alle 11, la seconda sabato 4 maggio alle 16 e la terza domenica 5 maggio alle 11. Si potrà, nelle stesse giornate di domenica 28 aprile alle 12, sabato 4 maggio alle 17 e domenica 5 maggio alle 12, conoscere più da vicino anche il patrimonio di Casa Colussi Pasolini, visitare il percorso espositivo stabile sul periodo friulano di Pasolini e la mostra “Inafferrabile, lo sguardo di Pier Paolo Pasolini”, fotografie di Gideon Bachmann e Deborah Beer (per info Ufficio Iat).

All’antico splendore della chiesa si vuole tornare grazie al progetto “Si può dare di più” finanziato da Friulovest Banca. La banca ha infatti assegnato un conto corrente gratuito (Iban IT 67 O 08805 64810 003008101703) alla Parrocchia di Casarsa dove raccogliere fondi fino al 30 novembre 2019. Dopo quella data l’istituto di credito cooperativo garantirà l’integrazione aggiuntiva dei fondi raccolti con un’assegnazione del 50% in più fino a un massimo di 10 mila euro: in pratica per ogni due euro raccolti dai promotori, Friulovest Banca donerà un euro aumentando così la somma a disposizione per realizzare il sogno che prevede di tornare ad ammirare, grazie alla realtà virtuale basata su delle foto del primo Novecento che saranno digitalizzate, gli affreschi dell’Amalteo perduti, causa i bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Inoltre sarà risanato l’ambiente che soffre d’infiltrazioni di umidità e riqualificata l’area circostante, che è la più antica di Casarsa.

Per chi ha il pollice verde, da non perdere le proposte del week-end. Arrivata alla quinta edizione, Fiori Aromi Colori – mostra mercato con esposizione e vendita di piante e fiori – è diventata un appuntamento immancabile per gli appassionati di giardino. In via Risorgimento, via Segluzza e nel giardino Burovich de Zmajevich durante le giornate sabato 27 aprile dalle 18 e domenica 28 aprile dalle 10 per tutta la giornata si potranno ammirare e anche acquistare rose di varietà selezionate, ortensie ibride, arredo da giardino particolare, piante aromatiche e da orto, quest’anno anche 100% biologiche. Da non perdere poi il 28 aprile in sala consiliare di Palazzo Burovich de Zmajevich il convegno “Arte in giardino”, in cui interverrà Maura Bianchi, architetto urbanista ed esperta in materia ambientale, riqualificazione urbana, parchi e giardini.

In più il giardino di palazzo Burovich de Zmajevich si è trasformato ancora una volta in un giardino a cielo aperto grazie alle straordinarie sculture d’arte vegetale realizzate con materiali naturali. La land art torna alla Sagra del Vino e quest’anno lo fa abbracciando un tema molto importante: la sostenibilità. Api, margherite, fiori di primavera, soffioni di tarassaco, declinati in tante diverse rappresentazioni, si potranno ammirare liberamente nel giardino naturale del palazzo Municipale per tutta la durata dei festeggiamenti. In più, domenica 28 aprile durante tutta la giornata saranno a disposizione i curatori delle opere di Land Art, Daniele Berto e Denis Girardi di Non Solo Fiori, per illustrare e presentare l’allestimento realizzato quest’anno.

TANTI ALTRI APPUNTAMENTI
Ma ci saranno poi tanti altri appuntamenti. Per il teatro di strada lungo le vie del paese il 28 aprile protagonisti Manuele Pascal col suo spettacolo Prestige!, un misto di giocolerie ed equilibrismo. Il suo spettacolo si terrà alle 17 nell’area spettacoli Vini La Delizia. A seguire alle 17.30, per le vie del paese, i bambini potranno incontrare i loro beniamini dei cartoni animati grazie al Progetto Giovani di Casarsa e al Team Smile.

Capitolo musica: sabato 27 aprile alle 21.30 in modalità itinerante, Discostajare streetband, la grinta dei fiati e dei tamburi per le vie del paese. Alle 21.30 sul palco di piazza Cavour, Max Cottafavi, chitarrista di Ligabue in concerto con The Black Cars Band. Domenica 28 aprile alle 20 Stilelibero in concerto, con il suo free style rock. Martedì 30 aprile alle 21.30 in modalità itinerante si esibirà una travolgente street band, i Techno Vikings, mentre alle 21.30 sul palco di piazza Cavour l’omaggio a De Andrè con gli Emfaber Band e la partecipazione straordinaria de I Papu.

Tanto sport alla Sagra del Vino. Per gli amanti del calcio: il 28 aprile alle 10 al campo di calcio di via del Fante Memorial Elfo Luciano Cesarin, incontro di calcio tra Vecchie Glorie Casarsesi e una rappresentativa di giocatori Over 50 di tutte le realtà sportive nelle quali Elfo ha militato: Sas Casarsa, Vecchie Glorie Casarsa, Codroipo, Cordenons, Doria Castions, Flambro, Rauscedo, Sangiovannese, Valvasone, Zoppola. L’evento è organizzato da Asd Vecchie Glorie Calcio Casarsa. Per gli amanti del tiro con l’arco: il 28 aprile e il 5 maggio dalle 16 alle 19 dimostrazione di tiro con l’arco a cura di Asd Arcieri della Fenice Fvg nel campo sportivo retrostante la Chiesa. Il 28 aprile inoltre alle 15, l’11° Join the Mini Basket, vieni a provare con noi fino alle 17.30 nell’area antistante Burovich. Domenica 28 aprile alle ore 10 partirà la camminata in campagna “Alla ricerca della natura” con giochi per bambini e famiglie organizzata dal Comitato Genitori Scuola Materna Sacro Cuore di Casarsa. La partenza è prevista dal piazzale antistante la Chiesa e arrivo alla Scuola Materna casarsese.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!