Casarsa e la Grande Guerra

30 Ottobre 2018

Giacomo Jop

CASARSA. Per ricordare 100 anni dalla fine Grande Guerra e i caduti del conflitto, tre eventi speciali a ingresso gratuito a Casarsa e San Giovanni, che furono attraversate dal passaggio del fronte con gli austro-tedeschi in ritirata e l’avanzata dell’esercito italiano dopo la battaglia di Vittorio Veneto nel novembre 1918: il 1° novembre proiezione speciale del film Non ne parliamo di questa guerra (teatro Pasolini ore 21); il 3 novembre prima assoluta dello spettacolo teatrale Sotto i colpi del Flagello nemico (teatro Pasolini ore 20.45) tratto, con giovani attori locali, dal diario ritrovato del parrocco di San Giovanni, Monsignor Jop, sugli eventi della Grande guerra (con il sostegno della Fondazione Friuli); il 10 novembre (sala Par San Zuan ore 17) presentazione dello stesso diario alla cittadinanza.

Tutti gli appuntamenti sono organizzati all’interno del progetto Commemorazioni Prima guerra mondiale 2014-2018 dalla Pro Casarsa e dal Comune insieme a Progetto giovani, Forum Democratico, Par San Zuan e Comitato regionale Pro Loco Fvg Unpli e al Servizio Civile. Per la parte teatrale, oltre alla citata Fondazione Friuli che sostiene la rassegna Teatro Luogo del Pensiero, collaborano anche Estragone teatro e Fita Uilt

Il 3 novembre alle 20.45 si terrà, come detto, la prima dello spettacolo “Sotto i colpi del flagello del nemico”. L’evento, ad ingresso gratuito, è inserito nella rassegna “Teatro – Luogo del pensiero”, sostenuta dalla Fondazione Friuli e che continuerà poi nei mesi successivi con diversi appuntamenti di teatro amatoriale coinvolgendo le compagnie del territorio. A mettere in scena le vicende dell’invasione austro-ungarica a San Giovanni sarà la Compagnia La meglio Cimiciù, la compagnia teatrale del Progetto Giovani di Casarsa, composta da giovani locali e diretta dalla regista sangiovannese Norina Benedetti. Per le scuole del territorio, il 9 novembre, si terrà una rappresentazione al mattino.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!