Carniarmonie propone un concerto quasi ogni sera

21 Luglio 2019

Ardù

VILLA SANTINA. Prosegue con un ritmo incalzante il calendario della prima settimana del festival Carniarmonie, per una ricca programmazione, visite guidate e concerti di livello cui ormai l’affezionato pubblico è ben abituato. Lunedì 22 luglio, alle 20.45 nella Pieve di Santa Maria Maddalena a Invillino di Villa Santina, l’ensemble vocale internazionale Ardù dall’Irlanda eseguirà un programma per sei voci a cappella pieno di suggestioni che spazia dalle intense melodie della popular e del folk, a brani della tradizione americana e balcanica. Gli arrangiamenti per sole voci, rendono possibili la sintesi di queste diverse influenze musicali, dando vita ad armonie cariche di misticismo ed energia.

Mercoledì 24 luglio alle 20. 45 nella Chiesa di San Leonardo a Osais di Prato Carnico, il duo pianistico Marco Schiavo e Sergio Marchegiani, tra i più riconosciti in Italia e all’estero per repertori a quattro mani destinati alla tastiera, saranno protagonisti di un concerto che metterà insieme Mozart, Schubert, Brahms e Rossini, tra le più belle Sonate, Fantasie, Danze unghersi e Ouverture. Il duo Schiavo-Marchegiani, tra i tanti primati, ha recentemente pubblicato per la prestigiosa etichetta Decca l’album “Dances”, molto apprezzato dalla critica internazionale.

Duo Schiavo-Marchegiani (Foto Giulia Sirolli)

Giovedì 25 luglio alle 20.45 nella Chiesa della Santissima Trinità a Oltris di Ampezzo, il chitarrista Vuk Dragičević proveniente dalla prestigiosa Accademia musicale di Belgrado, eseguirà un passionale e appassionato programma alle sei corde di matrice iberica, con musiche di Atanacković, Sor, Asencio e Rodrigo, tra atmosfere notturne, virtuosismi e toccate dedicate alla Spagna. Un concerto dove la chitarra esprime il potenziale di una piccola orchestra, per cui “ogni corda è una voce differente”, come scrisse Andrés Segovia.

Venerdì 26 luglio alle 20.45 nella Chiesa di San Rocco a Cavazzo Carnico, il duo composto dal violinista Emmanuele Baldini e dal pianista Roberto Turrin, musicisti e didatti di grande nome, eseguiranno un programma cameristico interessantissimo e di raro ascolto dedicato ai “Lirismi del ‘900 italiano” come titola il concerto, con prime esecuzioni assolute. Musiche di Wokf-Ferrari, Amendola, Ghedini e Rota.

Vuk Dragičević

Sabato 27 luglio alle 20.45 nella Sala Gradoni Kursaal di Sauris, ritorna l’atteso concerto fisarmonicistico con ospiti un quintetto di maestri del mantice conosciuti in tutto il mondo, provenienti da Usa, Russia e Stati Uniti. Marco Gemelli, Lev Lavrov, Massimiliano Pitocco, Viatcheslav Semionov e Peter Soave, con la partecipazione del quartetto croato Rucner String Quartet. Programma vario e accattivante con musiche di Bach, Stravinsky, Piazzolla, Romero e Semionov.

Domenica 28 luglio al Museo Carnico “Michele Gortani” di Tolmezzo, ritorna l’apprezzatissimo binomio visite guidate più concerto, secondo due fasce orarie: 10.30 e 17.30. Un percorso ideato per l’occasione per cui è obbligatoria la prenotazione chiamando il numero 0432 543049 (da lunedì a venerdì, dalle 15 alle 18; biglietto unico 3 euro). Dopo la visita appositamente ragionata, seguirà un concerto dal titolo “4 mani all’Opera”, con i pianisti internazionali Aurelio e Paolo Pollice, fratelli dall’intesa eccezionale che proporranno un programma belcantistico con musiche di Bellini, Rossini, Donizetti, Verdi, Mascagni, Puccini e Leoncavallo, tra arie, cavatine, insiemi ed ouvertures declinate agli ottantotto tasti.

I concerti iniziano alle 20.45 e sono ad ingresso gratuito (ad esclusione dell’appuntamento di Tolmezzo per un biglietto simbolico). Tutte le informazioni su www.carniarmonie.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!