Carcere a chi reca danno agli animali: è la Legge Angelo

16 Giugno 2020

ROMA. Il 17 giugno il Partito Animalista Italiano presenterà – annuncia un comunicato – in Corte di Cassazione una legge che prevede il carcere per chi maltratta e uccide gli animali, modificando gli articoli 544 bis, 544 ter, 544 quater, 544 quinqies e 727 del codice penale, con innalzamento delle pene edittali per chi maltratta, uccide o abbandona animali. Introducendo inoltre sanzioni amministrative accessorie per chi maltratta o uccide animali. La legge ha il nome di “Angelo”, in ricordo del cane torturato e ucciso a Cosenza nel 2016. “La proposta di legge di iniziativa popolare è figlia delle grandi richieste di gran parte degli italiani – dice Cristiano Ceriello, segretario del Partito –: siamo stanchi di non avere giustizia. Chi si macchia di questi crimini è un pericolo per gli animali e la società tutta”. La proposta di legge verrà presentata alle 10 in Cassazione e seguirà alle 12 una piccola manifestazione in memoria di tutti gli animali uccisi dall’uomo.

Condividi questo articolo!