Bullismo e giornalismo di mafia al Festival di Ronchi

16 Giugno 2016

RONCHI. Bullismo e giornalismo di mafia saranno gli argomenti della seconda giornata del “Festival del Giornalismo”, manifestazione organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie di Ronchi dei Legionari e che ha come “palcoscenico” ideale l’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, spazio pubblico che si trova racchiuso tra l’auditorium comunale e la bella Villa Vicentini Miniussi sede del Consorzio culturale del Monfalconese. Tre le giornate del festival (ingresso gratuito) che si concluderanno sabato 18 giugno.

La seconda giornata del festival, venerdì 17 giugno, inizierà alle 18.30 con un incontro dedicato ad un tema che, viste le conseguenze spesso dolorose, interessa i giovani ma anche le famiglie: “Bulli e vittime: istruzioni del (non) gioco”. Introdotti e moderati dal direttore di TelePordenone, Gigi Di Meo, interverranno Paolo Sceusa – presidente del tribunale dei minori di Trento, Giulia Bosetti – giornalista di “Presa Diretta” Rai 3, Alessandro Nascig – maestro di Wing Tsun, Stefano Simonelli – vicequestore dirigente del commissariato di Polizia di Monfalcone. Per l’aperitivo letterario sarà lo stesso Sceusa a restare sul palco, per presentare il suo libro “Manuale per Cherubini che gestiscono una locanda. Racconti di Angeli, di Cani e di Motociclette”. Intervento musicale di Giovanni “Gioppi” Bertossi alla chitarra e della cantante Margherita Baggi.

Alle 21 si parlerà di “Giornalismo di mafia: la verità strumento di lotta”, con Michele Albanese – giornalista del “Quotidiano del Sud”, Amalia De Simone – direttore di “Radio Siani” e reporter di “Corriere.it”, Luana de Francisco – giornalista del Messaggero Veneto. Moderati da Omar Costantini – giornalista di “TelePordenone” e direttore di “Canal Furlan”, gli ospiti potranno farci capire come anche nel territorio regionale la mafia abbia allungato i suoi tentacoli.

L’ultimo giorno del festival, sabato 18 giugno si parlerà de “La disinformazione nell’era dell’informazione”. e di “Terrorismo, minaccia psicologica ancor prima che reale”. Per l’Aperitivo letterario “Sfogliando l’aperitivo” ci sarà l’appuntamento con lo scrittore Andrea Ribezzi. “Ombre diffuse. L’ispettore Ravera e l’intrigo di Miramare.

In caso di maltempo tutti gli appuntamenti si svolgeranno comunque. Se la pioggia impedisse infatti di utilizzare lo spazio di piazzetta Francesco Giuseppe, gli incontri si svolgeranno nel vicino Auditorium comunale.

Condividi questo articolo!